Cristiano Ronaldo, il top player dei top player. Ingaggio record per CR7

116

CR7, il top player – Il sogno è diventato realtà: Cristiano Ronaldo è un giocatore della Juventus. Ergo, in Serie A, nelle prossime quattro stagioni, militerà quello che oggi è il più forte calciatore del Mondo, uno dei più forti della storia.

Valore del cartellino 100 milioni di euro (e plusvalenza di sei milioni per il Real Madrid) per il  trasferimento più esoso non solo della storia della Juventus, ma di tutta la nostra massima serie, superando l’acquisto, sempre da parte della Juventus, di Gonzalo Higuain.

RONALDO, QUADRIENNALE DA 30 MILIONI DI EURO

Ronaldo ha firmato un quadriennale da 30 milioni di euro, diventando il giocatore più pagato del Mondo, quantificabile a quanto percepirà nello stesso lasso di tempo da Lebron James nei Los Angeles Lakers. Una macchina calcistico-commerciale, un’azienda con…gli scarpini ai piedi.

Per la terza volta il nostro campionato fa i conti con l’arrivo di una superstar del calcio: era toccato nel 1984 con l’arrivo a Napoli di Diego Armando Maradona, era toccato all’Inter nel 1997 con l’arrivo di Ronaldo “il fenomeno” e ora con l’attaccante di Funchal. Cristiano Ronaldo è il sesto giocatore proveniente dalla terra dei Quinas a vestire il bianconero torinese dopo Rui Barros, Paulo Sousa, Texeira Dimas, Jorge Andrade e Thiago Mendes: a parte il secondo, ora CR7 dovrà invertire la rotta.

La carta di identità “recita” 33 anni (è nato il 5 febbraio 1985), ma alcuni esperti del settore sostengono che Cristiano Ronaldo abbia fisicamente almeno dieci anni in meno. Motivo? Maniacalità nella preparazione delle partite, maniacalità negli allenamenti, maniacalità sotto l’aspetto dell’alimentazione, maniacalità nel suo modo di intendere il gioco del calcio.

Il suo palmares è clamorosamente ricco ed importante: in quindici anni di carriera, tra Sporting Lisbona, Manchester United e Real, Ronaldo ha vinto cinque titoli nazionali, dieci coppe e supercoppe “domestiche”, cinque Champions League, due Supercoppe europee, cinque Mondiali per club e, sopratutto, cinque Palloni d’oro. In totale ha giocato 761 partite, segnando 573 reti, ovvero 38 reti a stagioni.

Arriva a vestire la casacca bianconera uno che da solo ha vinto più del doppio delle Champions League conquistate dalla squadra torinese nella sua storia ed i tifosi sono sicuri: con lui vinceranno la tanta sospirata terza Champions grazie ad uno che a oggi ha segnato 121 reti nella manifestazione europea più importanti di tutte. Numeri da marziano, numeri da top player, numeri da Cristiano Ronaldo.

E’ l’intero movimento calcistico italiano che ne trarrà beneficio, “gufate” e “rosicamenti” vari dei tifosi avversari a parte: strappare un giocatore del livello di CR7 alla concorrenza è stato un grande colpo non solo per la coppia d’oro Marotta-Paratici, ma per lo stesso presidente Andrea Agnelli, partito ieri mattina per la Grecia dove il giocatore è in vacanza per “portarlo” in Piemonte. Un colpo da maestro in una trattativa che è durata, alla fine, una dozzina di giorni complessivamente, colpo da maestro di una società che sta riscrivendo la storia del calcio italiano e che si sta imponendo come un modello da seguire in tutta Europa e nel Mondo.

Per non parlare del fatto che per i prossimi quattro anni sarà impossibile trovare uno straccio di biglietto per assistere ad un match interno della Juventus all'”Allianz Stadium”, ma anche le avversarie avranno un incremento notevole di vendite di biglietti singoli e di abbonamenti anche per la sicurezza dei loro tifosi di non perdersi nei loro stadi per 90 minuti (più recupero) il fenomenale Cristiano Ronaldo.

Il campionato inizierà il prossimo 19 agosto e già si vuole vedere in azione Cristiano Ronaldo con la camiseta bianconera. E pensare che un certo Moggi lo poteva prendere per molti milioni di euro meno nel 2003 ma non lo ritenne maturo. Si vede che era destino che un giorno la Vecchia Signora e il fenomeno di Madeira si sarebbero ritrovati.