Dakar 2014: festa per Roma e Coma

202

Finisce con un colpo di scena la Dakar 2014. L’ultima tappa dell’evento, che ha guidato il gruppone da La Serena a Valparaiso in Cile, ha incoronato tra le auto la vittoria di Nani Roma. Dopo il clamoroso sorpasso del compagno di team Peterhansel nella 12esima tappa, Roma si è ripreso la scena con il terzo posto nella tappa (1 minuto e 40 dal sudafricano De Villiers), che gli ha permesso di chiudere davanti al francese di 6 minuti e 04 secondi. Tanto è bastato a Roma per mettersi alle spalle Peterhansel (solo settimo) e per colmare il gap di 26 secondi che il francese aveva accumulato nella penultima tappa. Per Roma questo è il secondo successo nella Dakar, visto che nel 2004 aveva già avuto modo di vincere in sella ad una Ktm.

Tra le moto invece, tutto come previsto, con la vittoria finale che è andata allo spagnolo Marc Coma della Ktm. Nell’ultima tappa lo spagnolo ha tagliato il traguardo con il 18esimo posto, ma nonostante la prestazione si è aggiudicato il titolo con un vantaggio di quasi due ore dal primo inseguitore (1 ora, 52 minuti e 27 secondi Jordi Viladoms). Per onor di cronaca, la tappa è andata allo spagnolo Barreda Bort (Honda), davanti al francese Olivier Pain (Yamaha) e al portoghese Helder Rodrigues (Honda). Per Coma si tratta del quarto successo nella Dakar, dopo i successi ottenuti nel 2006, 2009 e 2011.