Diego Carlos costa troppo? Allora Guardiola compra Aké

34
Pep Guardiola

In questi giorni il Manchester City è la squadra più scatenata del mercato. Dopo l’acquisto di Ferrán Torres dal Valencia, sembrava ormai fatta pure per Diego Carlos. Il Siviglia però chiede cifre astronomiche, abituato dalle offerte dei Citizens per difensori di Liga in passato. Negli ultimi anni infatti in Inghilterra sono approdati Otamendi per 44 milioni e Laporte per 65. La richiesta dunque pare più che legittima agli andalusi: il centrale brasiliano vale quanto gli altri due, quindi il bonifico deve essere tra i 60 e i 70 milioni. Questa volta però Guardiola non sembra intenzionato a spendere così tanto.

Manchester City, arriva Aké dal Bournemouth

Il segnale del cambiamento di rotta è arrivato ieri sera: per 45 milioni Nathan Aké vestirà lo sky blue. L’olandese lascia dopo 4 stagioni il Bournemouth, che dovrà riorganizzare la rosa e fare plusvalenze a causa della retrocessione in Championship. Il centrale riesce così a fare il salto di qualità verso l’élite del calcio europeo. Il City gli offre l’occasione che gli aveva negato il Chelsea a inizio carriera. Aké infatti è soltanto l’ultimo membro del ricco club di talenti cresciuti all’ombra di Stamford Bridge, ma con pochissime chance in prima squadra. Lukaku, De Bruyne e Pasalic sono alcuni dei tanti giocatori scaricati dai Blues e poi esplosi in altre squadre. Sotto la presidenza di Roman Abramovich la società ha sempre seguito questa linea. Per non smentirsi mai, dopo un anno di limitazioni del mercato, ora il Chelsea è tornato a investire somme pesanti. Alla corte di Lampard dovrebbe arrivare un difensore di Guardiola, John Stones per 35 milioni. Ha speso molto nelle ultime stagioni, tra costruzione del nuovo stadio e di squadre competitive, anche il Tottenham.

Tottenham, Ndombélé verso l’addio. L’Inter alla finestra

L’estate scorsa arrivava per 60 milioni Tanguy Ndombélé, che però non ha convinto Mourinho. Da quando il tecnico portoghese si è seduto sulla panchina degli Spurs, il centrocampista ha quasi sempre riscaldato i seggiolini in tribuna. Il Guardian oggi riporta che l’Inter ha mostrato interesse per il giocatore, ma i 50 milioni richiesti sono troppi. Nella trattativa potrebbe entrare, per abbassare il prezzo, uno tra Skriniar e Perisic, calciatori che Mourinho stima molto.