ESCLUSIVA – Nicola Binda: “La Lazio mi intriga, più divertente con Sarri. Milan? Ottimo mercato e bel centrocampo”

65
nicola binda gazzetta daniele bartocci premio luconi

Un commento sulla nuova serie A con un occhio attento all’evoluzione del campionato cadetto. Il Caposervizio Gazzetta dello Sport Nicola Binda ci ha rilasciato interessanti dichiarazioni su Milan, Inter, Lazio ma non solo… Secondo Binda, Responsabile Gazzetta per Serie B e Lega Pro, la serie A causa crisi post-Covid ha perso dei campioni pescando stranieri ancora tutti da scoprire; dall’altra parte in serie B sono arrivati tanti ottimi giocatori, le squadre si sono rinforzate e ci sono oltre 13 club che lotteranno per la conquista della Serie A. Monza favorito per il salto di categoria. In A Milan e Inter hanno piazzato i colpi più importanti. Di seguito l’intervista integrale di Sportpaper.it a Nicola Binda.

FACE TO FACE CON NICOLA BINDA

Ciao Nicola, che serie A dovremo aspettarci con l’attuale situazione emergenziale legata al Covid?

Sarà una serie A affascinante nonostante la partenza di campioni come Lukaku, Donnarumma e Cristiano Ronaldo. Il mercato italiano è condizionato dalla crisi economica post-Covid che le società stanno affrontando. I club italiano stanno compiendo enormi sacrifici. Probabilmente l’unica star arrivata in Italia in questo calciomercato estivo è Giroud… Per il resto sono arrivati in linea generale tanti stranieri ancora tutti da scoprire. Probabilmente Milan e Inter, nonostante importanti cessioni, sono i due club che hanno messo a segno i rinforzi più interessanti e significativi. Ma va anche detto che se da un lato sono partiti grandi giocatori dall’altro sono arrivati grandi allenatori, molto capaci”.

La Juventus secondo te si è indebolita? Lotterà per lo scudetto?

Come mercato sembra essersi indebolita. Quello della Juventus è stato un ragionamento aziendalistico, le scelte tecniche sono state messe in secondo piano per dar priorità alle esigenze di mercato, societarie… Questo per dire che magari dal punto di vista del mercato un po’ di delusione c’è, ma in ottica societaria credo di poter dire che la Juventus abbia operato bene”

La Lazio invece si è rinforzata? Potrà arrivare ai vertici della serie A col nuovo mister Sarri?

“Direi che quella di Sarri sarà una Lazio diversa, che gioca un calcio differente rispetto a Simone Inzaghi, con un modulo diverso ed elementi diversi. Sarà un calcio certamente divertente, molto intrigante. I calcoli come sempre dovranno essere fatti alla fine”

Quello del Milan, con il binomio Kessie-Bakayoko, sulla carta è il centrocampo più forte d’Italia a tuo modo di vedere?

Indubbiamente il centrocampo rossonero è molto interessante. È un reparto completo e pieno di alternative anche in vista della futura Coppa d’Africa. Il Milan ha operato bene sul mercato, Pioli ha una bella squadra in mano”.

Ci saranno altri colpi a sorpresa a costo zero?  Ad esempio Ribery al Milan?

“Credo che il Milan sia già ok come rosa. Così come l’Inter. Sicuramente ci sono degli ottimi svincolati, le varie società in Italia potranno pescare bene in questo momento perché le occasioni non mancano”

Sei un grande esperto anche di serie B… Sarà un campionato cadetto pieno di star?

“Se la serie A ha perso dei fuoriclasse la serie B potrà contare su ottimi giocatori. Tante squadre hanno piazzato ottimi colpi, ci saranno oltre 13 club che lotteranno per la serie A. Sarà un campionato incerto e potrà essere ricco di sorprese e colpi di scena”.

Chi è il candidato al salto di categoria?

“Vedo bene il Monza perché ha operato con intelligenza sul mercato, facendo una squadra più attinente alla serie B rispetto allo scorso anno”