Giuseppe Giannini: Il Principe di Roma

172

Alla scoperta di Giuseppe Giannini, “il Principe” di Roma, che per quindici anni ha vestito la maglia giallorossa. 

Giuseppe Giannini è nato a Roma, nel quartiere di Trieste. A tre anni con la famiglia si trasferisce a Frattocchie dove inizia a giocare a calcio nella parrocchia di San Giuseppe a Frattocchie.

Romano e Romanista, vestì la maglia della sua squadra del cuore nella stagione 1981-1982 nella partita contro il Cesena. L’aspro rapporto con la società si incrinò dopo un rigore sbagliato nel derby che costò la sconfitta della squadra e nella finale di ritorno di Coppa Italia 1992-1993 nonostante la tripletta contro il Torino la Roma perse la finale.

Nel 1996 approdò allo Sturm Graz, in Austria. Successivamente militò per pochi mesi nel Napoli e solo per una stagione e mezza nel Lecce, contribuendo al ritorno in Serie A di quest’ultima.

Giannini: “il Principe”

Giuseppe Giannini viene soprannominato “il Principe” da Odoacre Chierico, durante la sua permanenza con la maglia giallorossa, per il suo modo elegante di correre a testa alta.

è un richiamo all’opera di Machiavelli, intitolata “il Principe”, che ha lo scopo di descrivere le caratteristiche fondamentali del “sovrano” della città. Giannini era pericoloso, coscienzioso ma sopratutto elegante.

https://www.instagram.com/p/B_VSUicqXs0/?igshid=1sk0weskpgdiu

La dura vita da allenatore

Terminata la carriera nel calcio giocato, il centrocampista nel 2004 inizia il suo percorso da allenatore. Prende sotto la sua “ala” il Foggia, il Sanbenedettese, Arges Pitesti, Massese, il Gallipoli, il Grosseto, nazionale libanese e il Racing Roma.

Conclude la sua carriera da allenatore il 17 settembre 2017, quando viene esonerato per divergenze con la società del club portino.

Nel corso degli anni ha collezionato ha collezionato tante sconfitte che lo hanno portato ad essere esonerato dall’incarico. Un esempio tangibile è nel 2010 quando siede alla panchina del Verona e nelle prime cinque giornate di campionato raccoglie tre sconfitte, un pareggio e una vittoria. Un totale di 13 punti in 12 partite, viene sostituito da Andrea Maldini.

Carriera da Dirigente sportivo

La carriera da dirigente sportivo ha un inizio molto recente.

Il 14 febbraio 2017 è ingaggiato per il settore giovanile del Latina.

Nell’agosto 2018 è nominato supervisore della Lupa Frascati.