Incredibile Kyrie Irving, out un’altra settimana e anche sotto indagine

24

Continua nel mistero l’assenza di Kyrie Irving, che manca ai suoi Brooklyn Nets ormai da tre partite, e che a quanto pare non tornerà con la squadra prima dell’inizio della prossima settimana. Il tutto a causa di motivi personali non meglio specificati.

Situazione che sta mettendo in imbarazzo il suo stesso allenatore, Steve Nash. Se infatti in un primo momento aveva ammesso candidamente di non avere alcuna notizia riguardo le condizioni del suo giocatore, ha qualche giorno dopo ritrattato, affermando come le comunicazioni tra Irving e la società debbano rimanere private. A quanto pare, dunque, l’ex Boston Celtics avrebbe tagliato fuori il suo capo allenatore dalla lista di persone che ritiene opportuno avvisare circa le sue condizioni.

Ma non finisce qui. Se ufficialmente la sua lontananza dalla squadra rimane legata a motivazioni non rese note al pubblico, Irving è stato pizzicato alla festa di compleanno della sorella Asia. Un video lo ritrae infatti al centro di un nutrito gruppo di persone, mentre non indossa nemmeno la mascherina. Immagini che arrivano proprio nei giorni in cui la NBA si prepara a irrigidire i protocolli covid, e che sono immediatamente ed inevitabilmente finite sotto la lente della lega, che ha fatto già partire un’investigazione a riguardo.

Insomma, momento davvero poco felice per un giocatore tristemente non nuovo ad uscite infelici davanti a media e social network. Se l’augurio è chiaramente che a tenerlo lontano dal campo non siano motivazioni gravi, ad oggi la situazione di Kyrie Irving appare davvero paradossale.