Inter, Asllani: “Sono cresciuto tanto, ringrazio Lautaro Martinez”

Emozionato e diviso tra Italia e Albania, Asllani giocherà la sua prima gara di Nazionale contro gli azzurri, dove ritroverà contro molti compagni della sua Inter

10
Asllani
ASLLANI PENSIEROSO ( FOTO DI SALVATORE FORNELLI )

Kristjan Asllani, con la sua Albania, affronterà l’Italia nella fase a gironi degli Europei. Per lui sicuramente, quella contro l’Italia, sarà una partita speciale. Asllani si ritroverà a giocare contro alcuni dei suoi compagni di squadra. Parole ricche di emozioni durante una delle ultime interviste in vista del match contro gli Azzurri.

Inter, Asllani: “Contro l’Italia non sarà una partita normale”

Asllani è cresciuto in Italia, è arrivato in Toscana quando aveva appena due anni, per lui la sfida contro l’Italia non è una gara normale: “Direi una bugia se raccontassi che è una gara normale, anche perché gioco contro tanti compagni di squadra. Peccato solo per il girone durissimo, ma vogliamo fare bene e aprire un ciclo per provare a qualificarci al Mondiale. C’è un bel mix di vecchi e giovani. Di sicuro sarà una bella partita e non vedo l’ora di giocarla. 

Per lui una stagione importante quella appena giunta al termine, nella sua amata Inter. Una stagione in crescita: “Senza dubbio. Davanti ho un grandissimo giocatore come Hakan, dal quale cerco di imparare tutti i giorni. Lo ringrazio, anche per la persona che è. Anche Brozovic è un’ispirazione. Vedere lui e Calha allenarsi è stata una delle cose più belle che mi potesse capitare”. 

Un rapporto speciale con il capitano Lautaro, con cui ha avuto grandi insegnamenti: “Lo ringrazio perché mi parla tantissimo, specie fuori dal campo. Non voglio raccontare cosa mi ha detto ma mi ha aiutato tantissimo. Ha fatto bene ad usare il bastone”. 

Anna Rosaria Iovino
Rossana Iovino, redattore di SportPaper.it e di Komunicare Editore, esperto di calcio italiano ed estero