Inter-Sassuolo 2-1, Antonio Conte: “Sarebbe bello spodestare una squadra che vince da 9 anni”

L'Inter batte il Sassuolo e si porta a +11 sul Milan. Scudetto quasi in tasca per i nerazzurri.

74
Calciomercato Inter Luis Muriel
Antonio Conte - ph: Fornelli/KeyPress

Inter-Sassuolo 2-1

L’Inter vince anche contro il Sassuolo e mette una vera e propria ipoteca sullo scudetto. La formazione di Antonio Conte vince 2-1 a San Siro. In vantaggio i nerazzurri con il solito Lukaku dopo appena 10 minuti. Il raddoppio dell’Inter arriva al 67′, con Lautaro Martinez. Il gol del 2-1 dei neroverdi è firmato da Traore all’ 85. Inter che allunga sulle inseguitrici, soprattutto il Milan, il distacco è oramai irrecuperabile: +11.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE QUESTO ARTICOLO >>>

Inter-Sassuolo, Conte: “Ogni vittoria è soddisfazione”

Il tecnico dei nerazzurri commenta la vittoria sul Sassuolo: “Penso che servisse fare uno step ulteriore se volevamo fare una stagione da protagonisti veri, se volevamo diventare una pretendente per lo Scudetto. Serviva alzare la soglia di cattiveria, di attenzione, di determinazione in ogni situazione. La soglia della resilienza. Sarebbe bello spodestare il regno di una squadra che vince da nove anni, ma è inevitabile che da qui alla fine ci sarà tensione perché il pallone pesa”. 

Antonio Conte aggiunge: “Fossimo stati più cinici oggi potevamo fare 5-6 gol, ma complimenti anche al Sassuolo. Con questa mentalità, con questo atteggiamento, forse saremmo ancora in Champions. Ci sono partite come quella di oggi in cui affronti squadre che hanno poco da chiedere al campionato e vengono qua con la testa sgombra. Son partite per noi importanti che testimoniano come la squadra stia crescendo. Ora ogni partita vale 6 punti, è un mattone pesante per far capire alle pretendenti che vogliamo fare sul serio fino alla fine. Per ogni vittoria c’è soddisfazione, fatica, stiamo cercando di fare qualcosa di bello per una società che da dieci anni non vince”.