Inter: tutti i pazzi per Pinamonti. Ma i nerazzurri lo cedono solo in prestito

46

Pinamonti che quest’anno ha militato al Frosinone, è ambito da tantissimi club italiani ed esteri. La sua valutazione è in crescita dopo le ottime prestazioni al Mondiale Under 20 

Andrea Pinamonti è l’oro dell’Inter. Il centravanti classe 1999 può rappresentare il futuro, ma è bene non correre troppo e consentirgli di crescere in maniera sana.

Per questo all’interno della dirigenza nerazzurra è in auge il dibattito circa il suo futuro. Andare a giocare in una realtà di provincia potrebbe essere molto utile. Al tempo stesso visto che la formazione del neo tecnico Antonio Conte è impegnata su tre fronti, farebbe comodo un giocatore con le sue caratteristiche.

Certo non godrebbe dello spazio che un giovane come lui dovrebbe avere, ma alla stregua di quanto fatto da Kean con la Juventus quest’anno, si potrebbe ritagliare il ruolo di bomber di scorta pronto ad entrare a partita in corso.

Al momento il calciatore è concentrato sul Mondiale Under 20 in cui ha realizzato 4 goal in 5 presenze in attesa della semifinale contro l’Ucraina (martedì 11 giugno ore 17:30).

Successivamente sarà impegnato all’Europeo Under 21, a testimonianza di come sia già molto importante nelle varie selezioni giovanili italiane. D’altronde anche il ct della nazionale maggiore Roberto Mancini lo sta osservando e lo ha chiamato per lo stage svolto ad aprile.

Pinamonti e le offerte di mercato

Una volta terminati i vari tornei, arriverà la decisione sul futuro. Laddove dovesse lasciare nuovamente la base, l’unica ipotesi contemplata è quella del prestito secco. L’Inter infatti, non ha nessuna intenzione di rinunciare definitvamente al suo gioiello.

In Italia oltre a tante “piccole” il prodotto del vivaio della Beneamata è ambito anche dalla Fiorentina (potrebbe essere uno dei primi colpi della gestione Commisso) e dalla Roma, che in caso di addio di Dzeko potrebbe virare su di lui.

Da non scartare le ipotesi estere con Siviglia e Ajax alla finestra, senza dimenticare il Borussia Dortmund che lo preleverebbe a titolo definitivo.