Juventus, bilancio in rosso e cambio allenatore: lo scenario

La Juventus dopo l'uscita in Champions League deve fare i conti con un bilancio ancor più negativo e non solo. A rischio anche il futuro di Andrea Pirlo.

174
Pirlo

La disfatta in Champions League porta con se tanta delusione perché arrivata contro una squadra sulla carta più debole della Juventus. I portoghesi, da sfavoriti, sono stati in grado di interpretare tatticamente entrambe le gare, sia quella d’andata che quella di ritorno.

La tattica ha superato la qualità dei singoli. Confrontando le due rose ci si accorge che la Juventus dispone di giocatori nettamente superiori a quelli della compagine portoghese. “La Juve ha speso 72 milioni per Arthur, quanto abbiamo speso noi per la campagna acquisti”, ha detto alla vigilia Sergio Conceicao.

Il tecnico portoghese ha affermato il vero e se la Vecchia Signora non è stata in grado di far valere la sua supremazia la colpa è stata solo sua. Dal punto di vista sportivo, il mancato passaggio ai quarti di finale, è stato un vero fallimento così come dal lato economico.

Il bilancio semestrale, come evidenzia La Repubblica, nei passati esercizi ha registrato una perdita netta di – 113,7 milioni. A questo si va ad aggiungere il mancato incasso dell’assegno da 10,5 milioni di euro per il passaggio ai quarti di finale.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE QUESTO ARTICOLO >>> Calciomercato, intrigo Rabiot: ecco il piano della Juventus

Juventus, bilancio in rosso e cambio allenatore: lo scenario

Juventus Spezia
Andrea Pirlo ph: Fornelli/Keypress

Le perdite gravate per il Covid e il mancato passaggio al turni successivo incideranno gravemente sui movimenti di mercato futuri della Juventus. Bisognerà far rientrare nel bilancio l’investimento fatto per McKennie e la seconda rata del prestito di Federico Chiesa.

Oltre ai due acquisti la compagine bianconera dovrà intervenire sul mercato per rinforzare (senza esborsi eccessivi) la rosa. Altra questione delicata è quella relativa all’allenatore. Andrea Pirlo, come preannunciato più volte, non è in discussione mentre CR7 potrebbe valutare l’addio.

Ronaldo è arrivato a Torino per vincere Champions League, ma il suo arrivo alla Juventus non ha portato dei benefici in Europa. La delusione della ennesima sconfitta, la terza consecutiva, potrebbe portare il penta pallone d’oro a valutare le piste estere.