Luca Mariotti scommette ancora su Miami: “Dopo il calcio la F1, che soddisfazione il Miami Grand Prix”

158

ESCLUSIVA – Intervista a Luca Mariotti

Luca Mariotti amministratore unico di Coloma srl – società di consulenza e marketing – sceglie ancora una volta SportPaper per raccontare i nuovi progetti che vedranno la città di Miami ricoprire un ruolo di primissimo livello nel mondo dello sport.

Il calcio in primo piano con l’appuntamento del Mondiale del 2026 ma anche la Formula 1 pronta a sbarcare nella città della Florida già dal prossimo anno con un appuntamento destinato a diventare un cult per tutti gli appassionati e non solo.

Miami United FC, il calcio USA che parla italiano

“La Sunshine Conference dopo un anno di pausa ha finalmente riaperto i battenti e con lei hanno potuto riattivarsi anche tutti i progetti che coinvolgono sia Miami che l’Italia” spiega Luca Mariotti soffermandosi poi sull’esordio della squadra di Roberto Sacca: “Sfortunatamente il debutto contro Naples United non è andato come sperato ma già alla seconda di campionato i ragazzi della franchigia della Florida si sono presi una rivincita battendo il Boca Raton”.

Luca Mariotti Coloma USA

La ripartenza del campionato, che il Miami United FC proverà a vincere come dichiarato dal suo presidente, ha rappresentato anche una ripresa di tutte le attività marketing legate alla squadra e alla città: “Miami è il cuore pulsante dell’economia locale e adesso che si è raggiunta anche una pseudo normalità tutti i progetti sono in ripresa”. 

Il legame Italia-Florida è sempre più stretto: “Ci sono tanti gruppi di investimento del nostro paese che scelgono Miami e la zona di Rodeo Drive per i loro affari. La presidenza italiana della squadra aiuta ad agevolare tutte queste trattative così come il ruolo di prestigio che la città assumerà ospitando uno dei match clou del campionato mondiale” spiega ancora Luca Mariotti. Poi aggiunge: “Da non sottovalutare anche il lavoro che sia ta facendo per portare una tappa dei tryouts in Italia, a Coverciano, e che saranno aperti anche alle calciatrici”.

La F1 a Miami per 10 anni

Miami sempre più caput mundi e anche la F1 ha deciso di puntare forte sulla città della Florida. Dal 2022, infatti, gli Stati Uniti potranno contare su due appuntamenti prestigiosi: “È stata una trattativa lunga che ha portato al raggiungimento di un accordo della durata di 10 anni. Si tratterà di un circuito cittadino che girerà tutto intorno all’Hard Rock Stadium”.

Il Miami Grand Prix è stato fortemente voluto da Tom Garfinkel, proprietario dei Miami Dolphins – il club di NFL – la cui proposta è stata accolta con entusiasmo dall’ad della Formula 1, Stefano Domenicali. 

Sarà una pista molto veloce 19 corner  da 5,41km e 3 potenziali zone di rs con il raggiungimento di velocità massima 320 km/h” sottolinea Luca Mariotti che poi aggiunge con orgoglio: “Coloma, in collaborazione con la società milanese All Sport, è in grado di offrire alle aziende o chi fosse interessato dei pacchetti per assistere al gran premio. E non solo per quello di Miami”.