Moggi su Napoli-Juventus: “Gara equilibrata ma ora c’è un Osimhen in più”. E domani parla Allegri

L'ex direttore "gioca" la sfida tra Napoli e Juventus

20

Intervenuto su Radio Radio, Luciano Moggi, ex di Napoli e Juventus ha parlato in vista della sfida del Maradona: “E’ una gara abbastanza equilibrata. Intanto il Napoli con Osimhen è un Napoli, senza Osimhen è un altro Napoli. Voi vedete che anche il Georgiano, il ragazzo praticamente che non segnava gol, appena è entrato in squadra Osimhen che gli ha creato dei spazi, si è inserito e ha fatto una doppietta. Adesso bisogna vedere: se il Napoli è quello di Cagliari può essere una partita equilibrata, non ha fatto cose eccezionali, se invece è quello di Reggio Emilia, che è progredito, diventa un problema. Non diventa una partita equilibrata ma diventa una partita tra l’attacco del Napoli e la difesa della Juventus, e qui è un discorso totalmente diverso. La squadra partenopea adesso ha ripreso autostima, anche col pareggio contro il Barcellona, e la presenza di Osimhen praticamente dà coraggio a tutti, per cui sarà una partita difficile per la Juventus e una partita che però può finire anche in parità. Se però mi domandate il pronostico io vedo leggermente favorito in Napoli adesso”. 

Moggi: “Il Napoli ha ritrovato autostima”

Su ADL ha poi aggiunto: “Io ritengo che sia una battuta, come fa sempre De Laurentiis. Non penso assolutamente a un discorso del genere anche perché il regolamento è diverso. Il problema di fondo è che lui adesso sta stimolando la sua squadra a fare quello che non ha fatto fino ad ora, dopodiché dire che la Juventus non potrebbe partecipare diventa un discorso fuori luogo e fuori posto per un Presidente, questo è il punto”. Intanto parlerà domani alle 11 Massimiliano Allegri in conferenza stampa proprio in vista della sfida del Maradona.

Anthony Cervoni
Anthony Cervoni, redattore di SportPaper.it e Sport Paper TV, esperto di calcio italiano ed estero