Napoli-Lazio 5-2, Cataldi: “Abbiamo provato a rimediare, era difficile”

Napoli-Lazio 5-2. Gara spettacolare degli azzurri al Diego Armando Maradona. Lazio annientata in mezz'ora. Immobile e Milinkovic-Savic mantengono la reputazione dei biancocelesti segnando due gol. Situazione in classifica sempre peggio per i biancocelesti.

55
Luis Alberto ph: Fornelli/Keypress

Napoli-Lazio 5-2

Il Napoli a valanga sulla Lazio, al Diego Armando Maradona finisce 5-2. Al quarto d’ora gli azzurri erano già sul 2-0. La formazione di Gattuso passa in vantaggio al 7′ minuto con Insigne su rigore; Politano raddoppia al 12′. Il primo tempo finisce sul 2-0, nella ripresa il Napoli si porta sul 3-0 con Insigne al 53′, Mertens firma il 4-0 al 65′. La Lazio riesce a reagire, ma è tardi, gol di Immobile e Milinkovic-Savic (70′-74′), ma Osimhen chiude i conti segnando il 5-2 all’80’. Il Napoli è quinto in classifica con 63 punti, la Lazio resta in sesta posizione con 58 punti.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE QUESTO ARTICOLO >>>

Napoli-Lazio, Cataldi: “C’è rabbia e delusione”

Ai microfoni di Sky Sport, sul match appena concluso al Maradona, parla il giocatore della Lazio, Cataldi: “Quando sono entrato ho cercato di dare una mano ai compagni. È importante credere sempre che la partita si possa riprendere. Oggi abbiamo preso qualche gol evitabile, ma non possiamo perdere uno scontro diretto così importante 5-2. C’è tanta delusione e tanta rabbia, ma da domani pensiamo al Milan”.

Il centrocampista conclude: “C’è stato un episodio dubbio. Ho parlato con Sergej, mi ha detto di aver preso la palla. Al di là dell’episodio noi siamo una grande squadra e non possiamo abbatterci dopo 5 minuti. Ci abbiamo messo del nostro per perdere questa partita. Siamo una squadra che gioca insieme da tanto e si conosce bene. Non dobbiamo mollare così. Era importante non prendere il 2-0 e invece lo abbiamo subito. Poi abbiamo provato a riprenderla ma non era facile. Il Milan? Non c’è partita più giusta in questo momento. Conosciamo queste partite e ci dobbiamo subito riprendere e dimostrare che la Lazio di stasera non è quella giusta. L’obiettivo è i tre punti. Mancano poche partite alla fine e non dobbiamo pensare a chi ci sta davanti. Sappiamo che se le vinciamo tutte probabilmente siamo in Champions. Il Milan ci dà tanti stimoli perché è sopra in classifica. Sarà una gara tosta contro una squadra forte che non verrà di certo a fare una passeggiata”.