Sochi 2014: le speranze azzurre

55

2014_Sochi_d_19

Ancora un giorno e poi, da domani, si apriranno ufficialmente i giochi olimpici invernali di Sochi. L’Italia ripone speranze di medaglia soprattutto negli uomini jet, con i ragazzi dello sci chiamati a confermare quanto di buono fatto vedere nelle prove veloci di Coppa del Mondo. Gli altoatesini Dominik Paris, Peter Fill, Christof Innerhofer e Werner Heel, sono i nomi forti della spedizione italiana in Russia. Tra le donne, le uniche possibilità sono nelle mani delle due sorelle Nadia ed Elena Fanchini, capaci di grandi prestazioni se in giornata di grazia.

Nelle discipline tecniche le speranze azzurre di medaglia calano con Patrick Thaler e Manfred Moellg, che non partono decisamente con i gradi di favoriti. Stesso discorso che accompagna le donne, con Denise Karbon e colleghe che non hanno mai lasciato il segno in stagione.

Grande attesa intorno a Carolina Kostner, che nel pattinaggio è a caccia della sua prima gioia olimpica dopo il nono posto di Torino 2006 e il sedicesimo di Vancouver nel 2010. A caccia di conferme anche Arianna Fontana, che nello short track proverò a confermare il bronzo conquistato quattro anni fa nei 500 metri.

Infine l’ultimo personaggio, forse il più importante. Quel Armin Zoeggler, che nello slittino e a 40 anni suonati, andrà a caccia della sua sesta medaglia olimpica. Un palmares che per l’azzurro comprende due ori, un argento e due bronzi.