Vieri: “A Pisa ero inguardabile. Anconetani uomo di carattere, mi insultava dandomi del Lei”

360

Bobo Vieri continua le sue dirette Instragram

In questo periodo di quarantena ci siamo ormai abituati a seguire nottetempo le dirette di Vieri su Instagram, dove invita i suoi ex compagni di squadra, e ieri  sera con Adani si è parlato della stagione dell’ex nerazzurro al Pisa.

Di seguito le dichiarazioni di Vieri nella sua diretta Instagram con Adani:

Quando ero al Torino un giorno Rampanti mi fece leggere un articolo sull’allenatore della Reggina che non mi apprezzava, le lessi tutti i giorni fino al sabato. A Reggio la domenica dopo feci una tripletta a Reggio, tutti devastati. Finisce la stagione e mi opero subito alla caviglia giocavo poco ed ero anche militare. Sono andato sei mesi al Pisa, ma sono andato con tanta presunzione, ho preso una bella fiammata. Anconetani mi ha dato delle fiammate. Il Torino al posto mio gli voleva dare Poggi, ma alla fine ho indossato io la maglia nerazzurra, esordio subito gol, poi da li una parabola discendente non la prendevo mai, il gol successivo l’ho segnato nel girone di ritorno ero inguardabile. Anconetani me ne diceva di tutti i colori, mi offendeva mentre mi dava del LEI- Le frasi che mi diceva erano: “LEI non sa giocare, io dovevo prendere Poggi, la sto pagando troppo”.

Comunque Anconetani era un Presidente di carattere, e mi ha sgonfiato nei sei mesi a Pisa, mi è dispiaciuto non essere stato all’altezza perchè lui teneva a me in una maniera incredibile. Avevamo uno squadrone in quella stagione, oltre a me c’era Scarafoni, Rotella, Polidori, Berti, Rocco, Fasce, Cristallini. Puntavamo alla promozione ma non ci siamo riusciti.