Atalanta in Champions League, Gasperini: “La qualificazione più bella”

Atalanta, Gasperini: "La qualificazione in Champions più bella, una vittoria per noi" Il tecnico della Dea: "La Coppa Italia sarebbe la ciliegina"

52
Atalanta Real Madrid
Gasperini

Atalanta in Champions League

La Dea allenata da Gian Piero Gasperini giocherà la prossima Champions League. La qualificazione certa alla prossima edizione della Coppa dalle lunghe orecchie è arrivata dopo la rocambolesca vittoria in trasferta contro il Genoa (4-3). Una stagione che ha visto trionfare i nerazzurri su tanti campi di gioco in trasferta e un bel ruolino interno. La formazione bergamasca alla penultima gara di Serie A ha collezionato 23 successi, 9 pareggi e 5 sconfitte. Al momento ha accumulato 78 punti e manca soltanto una gara.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE QUESTO ARTICOLO >>>

Atalanta in Champione League, Gasperini: “Una vittoria per noi”

Il tecnico della formazione bergamasca a fine gara non trattiene l’entusiasmo e dichiara: “Il calcio è una cosa strana, a un certo punto abbiamo staccata la spina nonostante la grande determinazione mostrata fino a quel momento. Non siamo calati, ci siamo proprio fermati riuscendo a riaprire una partita che sembrava chiusa. Merito del Genoa ma anche noi ci abbiamo messo del nostro. Abbiamo fatto una partita a due facce e non possiamo essere pienamente soddisfatti anche in vista della sfida di mercoledì”. 

Oltre all’ultima giornata di campionato, mercoledì 19 maggio ci sarà la finale di Coppa Italia da giocare contro la Juventus, Gasperini dice: “La Coppa Italia sarebbe il coronamento di queste stagioni. In questi anni abbiamo centrato tre qualificazioni in Champions e due finali, il trofeo potrebbe essere la ciliegina”. 

Anno dopo anno l’Atalanta è cresciuta sempre di più, a Bergamo sognano lo scudetto: “Dipende molto dalle stagioni, quando squadre come l’Inter fanno 11 vittorie di fila diventa dura. Noi abbiamo alzato il range, cerchiamo di migliorarci sempre ma non è facile. Nelle ultime 16 abbiamo perso solo con l’Inter, è difficile per noi avere una striscia così lunga. Noi dobbiamo ambire sempre a migliorarci”.