Boxe, Gervonta Davis: “metterò KO Lomačenko probabilmente entro la nona, decima ripresa”.

315

Si incomincia a pensare ad un possibile futuro match tra i due pugili.

Gervonta Davis durante un’intervista sui social media, fatta dal presidente della WBA Gilberto Mendoza, ha dichiarato di poter mettere KO Lomačenko, verso il nono, decimo round; ha poi aggiunto: “Sicuramente vincerò io. Non sono troppe le persone là fuori che riescono a stare in piedi con me. Non c’è nessuno in grado di rimanere in piedi con me”.

Quando Mendoza ha chiesto al pugile se avrebbe preferito combattere contro Lomačenko, Ryan Garcia o Devin HaneyDavis non ha individuato tra questi un potenziale avversario, affermando: “ Potrebbero essere tutti, a dire il vero, non c’è un’ avversario specifico; ma deve essere il momento giusto, in termini di denaro e cose del genere. Sono pronto per tutto….Non per essere arrogante, ma penso di essere probabilmente uno dei migliori pugili che combattono in TV, oltre a Canelo e Pacquiao. Sento di avere abbastanza abilità per essere uno dei migliori”.

The ‘Tank’

Gervonta Davis, classe ’94 soprannominato ‘Tank‘, attuale campione del mondo WBA dei pesi leggeri dal 2019, titolo ottenuto anche nella categoria dei super piuma. Nel 2017 il pugile statunitense aveva conquistato anche il titolo mondiale IBF sempre nei pesi super piuma contro l’esperto Jose Pedraza, vittoria molto apprezzata da Floyd Mayweather definendolo il “predistinato”; tuttavia perse la cintura per aver mancato il peso ripetutamente, presentandosi più pesante rispetto al limite. Davis è terzo nella graduatoria dei pesi leggeri ed è uno dei pugili più interessanti nel panorama mondiale.

‘Hi-Tech’boxe

Vasyl’ Lomačenko, anno ’88 soprannominato ‘Hi-Tech’, cresciuto in una famiglia di atleti, il padre Anatoly è il suo attuale allenatore. Due volte campione olimpico e campione del mondo WBC dei pesi leggeri, l’ucraino è conosciuto per la sua grande velocità, la sua precisione e la sua tecnica che lo rende un pugile completo.

Ora non ci resta che attendere la ripartenza del mondo pugilistico, e aspettare quello che sarebbe senz’altro uno dei più grandi incontri dell’anno.