Boxe, Gervonta Davis vs Leo Santa Cruz: il countdown è iniziato!

164

Ritorna la grande boxe proprio nella serata di Halloween

Gervonta Davis (23-0, 22KO), il campione del mondo dei pesi leggeri, è pronto a tornare sul ring per il test forse più importante della sua carriera. Infatti in pay-per-view su Showtime il 31 ottobre, The ‘Tank’ sfiderà il messicano Leo Santa Cruz (37-1-1, 19KO) per il titolo dei pesi superpiuma e il titolo dei pesi leggeri della WBA.

TI POTREBBE ANCHE INTERESSARE >>> Boxe: gli attuali campioni del mondo per categoria di peso

Un vero e proprio esame di maturità per Gervonta che, per conservare il suo record immacolato e proseguire nell’emulazione del suo mentore Floyd Mayweather, dovrà dimostrare di avere testa e cuore da vero campione oltre allo straordinario talento e potenza che tutti già conosciamo.

TI POTREBBE ANCHE INTERESSARE >>> Boxe, Gervonta Davis: “metterò KO Lomačenko probabilmente entro la nona, decima ripresa”

Dall’altra parte ‘El Terremoto’ ha dimostrato già in diverse occasioni nel corso degli anni il suo talento. Il 32enne ha infatti accumulato un record di 16 vittorie e 1 sola sconfitta nei principali combattimenti per il titolo, che abbracciano quattro divisioni dai pesi gallo ai pesi superpiuma.

Questo è il tipo di incontro che ho sognato in tutta la mia carriera, da quando ero un ragazzino“- ha detto Santa Cruz in un intervista- “Questo match è il più importante dei miei due precedenti con Abner Mares e con Carl Frampton. Gervonta Davis è un grande nome e una superstar emergenteDi sicuro Davis è un ottimo pugile, ma io sono migliore di lui. Questa è la mia occasione per dimostrare che merito di essere tra i migliori. Finalmente avrò la possibilità di fare la storia in questo incontro“- ha osservato l’atleta- “Il primo pugile messicano in assoluto a vincere titoli mondiali in cinque classi di peso. Battere Gervonta Davis aprirà la porta a più eventi PPV per il resto della mia carriera”

Oltre agli uomini della sua famiglia che saranno all’angolo con lui (nonostante le condizioni di salute precarie del padre), a spingerlo nella serata della notte delle streghe non mancherà la grande comunità messicana della città texana che sarà ammessa a ranghi ridotti all’interno dell’arena.

Il pugile messicano è inoltre ancora più motivato del solito e vorrebbe disputare un grande match contro Gervonta Davis prima di tutto per suo padre.

Jose Santa Cruz, che ha allenato suo figlio da quando era un bambino, è stato costretto su una sedia a rotelle durante le sessioni di allenamento di Leo. Il padre ha infatti sconfitto il cancro, ed è stato anche contagiato dal COVID-19 durante l’estate.

Mio padre significa il mondo per me“, ha detto Leo Santa Cruz. “Tutto quello che ho è grazie a lui perché mi ha spinto ogni giorno. Mio padre ha detto che posso farcela e voglio renderlo fiero di me.”