Calciomercato Napoli: dall’Inghilterra l’indiscrezione che farà scatenare l’asta

60
Calciomercato Napoli

Calciomercato Napoli, il Chelsea rinuncia a Jeremie Boga

La sua estrema velocità, il suo dribbling ubriacante ed i suoi velenosi tiri di destro accentrandosi dalla fascia sinistra ne hanno fatto uno degli elementi più interessanti e di maggiore appeal della serie A di quest’anno. Jeremie Boga ha deliziato con i suoi lampi di classe finalmente con continuità. L’intermittenza con la quale si esprimeva era sempre stata il suo vero punto debole: un giocatore dal valore indubbio ma spesso evanescente. Il Franco-ivoriano è sempre infatti stato giudicato un ottimo prospetto e ne è testimonianza tangibile l’essere stato acquistato nemmeno 20enne dal Chelsea, sempre attento alle giovani promesse. Il club di Londra ha fatto crescere Boga tramite vari prestiti: prima al Granada, poi Birmingham ed infine Sassuolo con diritto di riscatto per i neroverdi e controriscatto per i Blues. Indiscrezione delle ultime ore lanciata dal quotidiano inglese The Guardian però è l’intenzione del Chelsea di non esercitare il suo diritto di controriscatto e se davvero fosse così si scatenerà l’asta per il funambolo del Sassuolo.

Napoli in pole, tante però le pretendenti

Con il Chelsea pronto a rinunciare al controriscatto gli scenari futuri per Boga sono molteplici. Il Napoli è avanti a tutti al momento. La velocità e la classe dell’ivoriano si sposano perfettamente con il gioco di Gattuso e l’esperienza della serie A già sulle spalle è cosa di non poco conto considerando quanto questo ha giocato a sfavore per il colpo di mercato della precedente sessione estiva, Hirving Lozano.
L’interesse per Jeremie Boga però è alto su vari fronti: alla finestra ci sono Milan, Roma ed Atalanta per il campionato italiano, mentre fronte Premier League si è registrato un fortissimo interesse da parte dell’Everton di Ancelotti.

Calciomercato Napoli, il prezzo dell’affare

Non si tratta di un affare low cost dato che il Chelsea ha la chiara intenzione di apporre una clausola che gli garantirà una percentuale sulla futura rivendita del giocatore. Molto probabilmente, qualora lo scenario del mancato controriscatto si concretizzi, sarà presente questa clausola di percentuale sulla futura rivendita ed ovviamente ciò porterà ad un aumento della valutazione del giocatore, in netta controtendenza con le svalutazioni conseguenza dal COVID. Non si tratta comunque di una variabile non già presa in considerazione da Giuntoli e dal presidente De Laurentiis, pronti ad un’estate rovente per portare Boga all’ombra del Vesuvio.