Formello, via al ritiro della Lazio verso l’Europa League

177

Lazio_Auronzo

Periodo complicato per la Lazio, che domenica all’Olimpico non è andata oltre il pareggio contro il Palermo dell’ex Ballardini. Più del gioco espresso, a infastidire la società è l’atteggiamento dei giocatori, considerati poco decisi e concentrati per risalire una classifica al di sotto delle aspettative. Così, ieri sera è iniziato il ritiro punitivo imposto a tutta la rosa, scesa in campo questa mattina agli ordini di un deluso Stefano Pioli.

Come riporta LaLazioSiamoNoi.it, dopo mezz’ora di riscaldamento in palestra i ragazzi sono stati sottoposti ad esercitazioni tecniche su cross e tiri in porta per poi affrontarsi in una partitella a campo ridotto. Tutti presenti ad eccezione di De Vrij, Mauri e Onazi, sicuri assenti giovedì nella gara di Europa League contro il Dnipro, mentre Konko ha svolto soltanto lavoro in palestra.

Proprio contro la squadra ucraina ci si aspetta una reazione, la prova convincente che metterebbe una seria ipoteca sul primo posto del girone, attualmente occupato dai biancocelesti a +3 sul Saint-Étienne. Rispetto a domenica cambieranno molti titolari: quasi certi del posto Berisha e Radu, dovrebbe esserci dall’inizio anche Mauricio oltre ai soliti ballottaggi nel reparto offensivo.

Uno tra Matri e Klose sarà il centravanti, supportato da Antonio Candreva (partito dalla panchina contro il Palermo e autore del gol dell’1-1 su rigore) e, probabilmente, Ricardo Kishna, sebbene non sia da escludere il possibile impiego dal primo minuto di Keita Baldé e Felipe Anderson. Di sicuro sulle scelte di Pioli inciderà l’abnegazione mostrata dai singoli in questi giorni di ritiro.