Inter – Europa League, buona la prima

36

La fascia a Samir Handanovic

Ultime 24 ore terribili quelle vissute in casa Inter, dopo la vicenda che ha visto coinvolto Mauro Icardi e la fascia da capitano. Al timone dello spogliatoio nerazzurro, ora c’è Samir Handanovic, che disputa questa sera a Vienna la sua prima gara con la fascia da capitano al braccio, unicamente dedicata a lui. Per zittire le voci che da ieri commentano incessantemente i fatti accaduti, l’Inter decide di rispondere sul campo, e lo fa nel migliore dei modi.

I nerazzurri si sono recati a Vienna per la prima partita di Europa League conseguentemente all’eliminazione dalla Champions. Mister Spalletti ha dovuto fare a meno di innesti importanti come Brozovic e Skriniar, tenuti a scontare la squalifica, e di Mauro Icardi, che dopo aver fatto discutere per la questione fascia, ha fatto parlare anche per aver rifiutato la convocazione di oggi.

4-2-3-1 per la formazione ospite del Rapid Vienna, con Spalletti che inserisce Lautaro Martinez dal primo minuto, Politano e Perisic ai suoi fianchi con un ritrovato Nainggolan alle sue spalle, nel ruolo del trequartista. In mezzo al campo Borja Valero rientrato dall’infortunio e il numero 8 Vecino, mentre sulla retroguardia nerazzurra, Cèdric preferito a D’Ambrosio, De Vrij, Miranda e Asamoah; alle spalle il neo capitano Samir Handanovic. 4-2-3-1 anche per la formazione padrona di casa.

Lautaro Martinez centravanti, che non fa sentire la nostalgia di Icardi sul campo e porta in vantaggio i nerazzurri siglando il primo e unico gol del match. Gol che arriva su un tiro dal dischetto calciato dal numero 10, che va a segno per la seconda volta consecutiva e porta la vittoria ai nerazzurri, dopo il match giocato a Parma. Vittoria importante che dà un segnale forte, in vista dei cambiamenti non indifferenti delle ultime ore, e di un inizio 2019 non troppo roseo per la Beneamata. Che sia giunta l’ora della svolta? L’Inter affronta domenica in casa un’altra avversaria ostica come la Sampdoria, e l’obiettivo per Spalletti e i suoi è senza dubbio quello di dare continuità ai due risultati positivi consecutivi ottenuti tra campionato ed Europa League.