La Juventus non si ferma più, contro la Sampdoria finisce 4-2

97

Juve

Nell’anticipo serale della 20esima giornata di campionato, la Juventus affronta la Sampdoria per riportare a distanza la Roma che nella sfida delle 18.00 ha vinto 3 a 0 contro il Livorno. I blucerchiati invece arrivano da una vittoria contro l’Udinese conquistata nella scorsa gara e vogliono continuare su questa strada ma sanno che non sarà facile battere i campioni d’Italia.

La Juventus inizia subito attaccando e si rende pericolosa, infatti al 2’ minuto Llorente lancia Asamoah che si inserisce ma la palla finisce sul portiere. Dopo qualche azione pericolosa da parte della Sampdoria, i bianconeri continuano ad attaccare e al 14’ minuto, Tevez tira e la palla va sopra la traversa. Al 18’ minuto arriva il vantaggio dei padroni di casa, Pogba mette la palla in mezzo all’area e trova Vidal che appoggia con un tocco la sfera in porta. La Sampdoria ora deve reagire ma al 23’ minuto arriva il raddoppio dei bianconeri, dopo un calcio d’angolo, Llorente colpisce la palla di testa ed la insacca alle spalle di Da Costa che non ci può arrivare. Chiellini viene ammonito, diffidato, salterà la sfida contro la Lazio di settimana prossima. Al 38’ minuto, cross di Gabbiadini che viene deviato da Barzagli e la palla finisce in porta, Sampdoria che accorcia le distanze, fino al 41’ minuto, quando alla Juventus viene fischiato un calcio di rigore per una spinta di Regini su Vidal, lo stesso calciatore tira e spiazza il portiere ligure.

Nella seconda frazione la vecchia signora continua ad attaccare come nel primo tempo ma la Sampdoria dopo la pausa negli spogliatoi è diventata più offensiva. Nella seconda metà della ripresa, si ha una fase di equilibrio tra le due squadre che continuano a fare dei passaggi precisi. 15’ minuto, la Sampdoria si rende pericolosa dopo un calcio d’angolo, Buffon mette la palla in rimessa. 16’ minuto Llorente crea un azione da solo ma sbaglia a calibrare il tiro e la palla sfiora il palo. La Sampdoria, continua a fare il gioco anche se è sta perdendo, si rende pericolosa e la Juventus sta lasciando troppi spazi. 24’ minuto, la Sampdoria accorcia le distanze nuovamente, dopo un calcio di punizione non trattenuto da Buffon, Gabbiadini si fa trovare pronto e insacca alle spalle del portiere bianconero. 27’ minuto, tiro di Gabbiadini che colpisce la traversa. Al 32’ minuto è la Juventus che mette fine alla gara, Pogba con un tiro da lontano trova la quarta rete.