MotoGp Valencia: Maverick Vinales conquista la pole position

88

Maverick Vinales ha conquistato la pole position del Gran Premio della Comunità Valenciana, atto conclusivo del Mondiale MotoGP 2018. Il pilota Yamaha ha ottenuto il tempo di 1:31.312, facendo sua la qualifica disputata sul circuito di Valencia. Al suo fianco in prima fila partiranno La Suzuki di Alex Rins e la Ducati di Andrea Dovizioso. I due sono stati battuti per un soffio dalla Yamaha numero 25, patendo un gap di soli 68 e 80 millesimi. Straordinaria prova di temperamento offerta da Marc Marquez. Il Campione del Mondo cade all’ inizio della Q2 e la spalla sinistra esce dalla sua sede naturale. Torna nel paddock molto dolorante, se la fa rimettere a posto dal suo staff in un attimo e si rilancia in pista dopo soli 5 minuti dall’ infortunio. Lo spagnolo ha artigliato il 5° tempo e scatterà in seconda fila, alle spalle della Ducati Pramac di Danilo Petrucci e davanti alla KTM di Pol Espargaro. Andrea Iannone partirà in terza fila con l’ altra Suzuki, davanti al futuro compagno di squadra in Aprilia Aleix Espargaro e all’ altra Honda di Dani Pedrosa, che partirà quindi dalla 9. casella della griglia nell’ ultimo Gran Premio della sua carriera. Il colladautore Ducati Michele Pirro, che corre questa gara grazie a una wild card, scatterà in quarta fila dalla 12. posizione, alle spalle della Ducati Pramac di Jack Miller e della Yamaha Tech 3 di Johann Zarco.

Saranno costretti a una gara di rimonta Jorge Lorenzo e Valentino Rossi. I due non sono riusciti a superare il taglio della Q1 e partiranno quindi indietro. Lo spagnolo, alla sua ultima gara in Ducati, è in quinta fila con il 13° tempo. Il pilota di Tavullia si trova invece in sesta fila e prenderà il via dalla 16. posizione.

MOTOGP VALENCIA, LA GRIGLIA DI PARTENZA

Fila 1: 1. M. Vinales (Yamaha) 1:31.312/2. A. Rins (Suzuki) +0”068/3. A. Dovizioso (Ducati) +0”080

Fila 2: 4. D. Petrucci (Ducati) +0”102/5. M. Marquez (Honda) +0”130/6. P. Espargaro (KTM) +0”265

Fila 3: 7. A. Iannone (Suzuki) +0”317/8. A. Espargaro (Aprilia) +0”318/9. D. Pedrosa (Honda) +0”828

Fila 4: 10. J. Miller (Ducati) +0”833/11. J. Zarco (Yamaha) +0”867/12. M. Pirro (Ducati) +0”998

Fila 5: 13. J. Lorenzo (Ducati)/14. T. Nakagami (Honda)/15. F. Morbidelli (Honda)

Fila 6: 16. V. Rossi (Yamaha)/17. T. Luthi (Honda)/18. K. Abraham (Ducati)

Fila 7: 19. A. Bautista (Ducati)/20. S. Bradl (Honda)/21. H. Syarinh (Yamaha)

Fila 8: 22. B. Smith (KTM)/23. J. Torres (Ducati)/24. S. Redding (Aprilia)

 

Bandiera a scacchi. Maverick Vinales conquista la pole position del Gran Premio della Comunità Valenciana con il tempo di 1:31.312. Al suo fianco in prima fila partiranno Rins e Dovizioso. Seguono Petrucci, Marquez, Pol Espargaro, Iannone, Aleix Espargaro, Pedrosa, Miller, Zarco e Pirro.

-01:12: Vinales migliroa e porta il limite a 1:31.312. Marquez tornain prima fila portandosi al terzo posto.Zarco cade in curva 10.

-01:53: Rins e Dovizioso conquistano la prima fila, inserendosi in 2. e 3. posizione.

-02:52: Vinales conquista la pole provvisoria, girando in 1:31.359. Marquez è terzo, alle spalle di Petrucci.

-03:26: Miller cade nuovamente in curva 1, come nella FP4.

-04:15: Marquez inizia il suo giro cronometrato.

-05:50: Marquez rientra in pista come se nulla fosse. Non ci sono parole per descrivere il temperamento del pilota Honda. Cinque minuti fa era molto dolorante con una spalla fuori uso.

-07:12: Alle spalle di Petrucci si trovano Rins e Dovizioso. Seguono Miller, Iannone, Zarco, Aleix Espargaro, Vinales, Pol Espargaro, Pirro e Pedrosa. Marquez è ovviamente in 12. posizione, non avendo registrato alcun tempo.

-08:32: Petrucci si è portato in pole provvisoria girando in 1:31.531.

-09:46: Marquez è riuscito a farsi rimettere a posto la spalla ed è rientrato nel box. Incredibile la tempra dello spagnolo.

-10:36: Marquez è rientrato nel paddock ma è molto dolorante alla spalla sinistra. E’ molto difficile che il Campione del Mondo possa proseguire la qualifica.

-11:27: Miller si porta al comando girando in 1:32.570. Alle sue spalle Dovizioso e Zarco.

-12:45: Caduta per Marc Marquez in curva 6. Lo spagnolo lamenta problemi alla spalle, uscita dalla sua sede naturale.

-13:12: I piloti si sono lanciati per il loro primo giro cronometrato.

Iniziata la Q2. Entrambi i piloti del team Pramac useranno la seconda moto, dal momento che le prime sono uscite danneggiate dalla FP4. Quella di Miller per una caduta, quella di Petrucci per un principio di incendio.

Q2

Tra poco avrà inizio la Q2. 15 minuti per sapere chi conquisterà la pole position.

Bandiera a scacchi. Andrea Iannone e Maverick Vinales passano il taglio e accedono alla Q2. Alle loro spalle si piazzano Lorenzo, Nakagami, Morbidelli, Rossi, Luthi, Abraham, Bautista, Bradl, Syarinh, Smith, Torres e Redding. Lorenzo partirà quindi in 5. fila dalla 13. casella. Rossi in sesta dalla 16.

-0:57: Nessuno, tra gli altri, sembra in grado di scalzare Iannone e Vinales dall’ accesso alla Q2.

-02:00: Vinales migliroa il suo tempo, girando in 1:31.858. Lo spagnolo e Iannone sono gli unici scesi sotto il muro dell’ 1:32.

-03:21: Super tempo di Iannone che arriva a 1:31.382. Vinales è 2à a 6 decimi dal pilota Suzuki.

-03:53: Morbidelli passa in testa girando in 1:32.393.

-06:02: Lorenzo si porta al terzo posto, scendendo anche lui sotto il muro dell’ 1:33. Ancora non basta però per accedere alla Q2.

-07:27: Per quanto riguarda gli altri big, Lorenzo e Iannone sono in 5. e 6. posizione. Rossi è solamente 10° e non riesce ad avvicinarsi ai primi.

-08:25: Nakagami gira in 1:32.532 e si porta al 2° posto, scalzando Braddley Smith.

-09:25: Vinales abbassa nettamente il limite, portando si in testa in 1:32.418.

-10:09: Luthi si porta al secondo posto, a soli 20 millesimi da Smith.

-11:20: Bradley Smith primo in 1:33.011, seguito da Vinales.

-11:42: Morbidelli si porta al comando, girando in 1:33.4.19.

-13:16: I primi piloti a lanciarsi nel loro giro sono Luthi, Morbidelli e Bradl.

Iniziata la Q1.

Q1

Grosso problema di Danilo Petrucci. Il pilota della Pramac, mentre stava effettuando una prova di partenza al termine del turno, ha visto andare a fuoco la carena della sua Ducati. Tra poco avrà inizio la Q1.

Alle spalle di Marquez la top 10 è chiusa da Zarco, Pol Espargaro, Aleix Espargaro, Dovizioso, Vinales, Petrucci, Syarinh, Nakagami e Iannone. Lorenzo è solo 16°, Rossi addirittura fuori dai primi 22. E’ spuntato anche un pallido sole a riscaladare la pista di Valencia. La qualifica si svolgerà quindi in condizioni meteo ideali.

Bandiera a scacchi. Marc Marquez chiude al comando la FP4. Lo spagnolo nel corso del suo ultimo giro ha portato il limite a 1:32.571.

-01:12: Marquez ritocca nuovamente il suo tempo, girando in 1:32.929.

-01:36: In grande difficoltà Valentino Rossi, che è solamente 20°. Il pilota Yamaha non riesce a trovare il ritmo in queste condizioni.

-02:50: Caduta in curva 1 anche per Jack Miller.

-03:48: Zarco migliroa e si porta a 4 decimi da Marquez. Rins è vittima di una scivolata in curva 8.

-04:51:  La pista migliora di giro in giro e ci stiamo avvicinando a tempi da asciutti. Zarco si è portato in 2. posizione, seguito da Petrucci, Iannone e Vinales.

-05:59: Marquez scende sotto il muro dell’ 1:33, arrivando al tempo di 1:32.953. Seguono Petrucci, Zarco e Miller. Ottimo 5° Smith con la Ktm.

-07:32:  Marquez realizza il miglior tempo, girando in 1:33:562.

-07:50:  Vinales passa al 4° posto, seguito da Rins.

-9:05: Marquez si porta in 4. posizione a 8 decimi dal leader. La top 10 è chiusa da Bautista, Vinales, Rins, Iannone, Smith e Abraham.

-09:55: Zarco si porta in 2. posizione a 173 millesimi da Petrucci.

-10:38: Petrucci passa al comando, realizzando il tempo di 1:33.782.

-12:07: Tempone di Miller che arriva a girare in 1:34.164. Alle sue spalle il compagno di squadra Petrucci, staccato di 6 decimi.

-13:04: Zarco gira in 1:35.304 e si porta a meno di un decimo da Miller.

-13:35: Miller, pur non migliorando, gira costantemente sul ritmo dell’ 1:35.3.

15:00: Gli altri piloti cominciano a migliorare. Petrucci e Zarco si portano a 1 secondo da Miller. Pedrosa e Rins sono a 2”5.

-16:08: Bradley Smith, con la KTM, si porta in 3. posizione, davanti alle due Honda.

-16:59:  Miller migliora ancora e arriva al tempo di 1:35.250. Alle sue spalle c’è il compagno di squadra Petrucci, staccato però di 2”3 dall’ australiano. Seguono Pedrosa, Marquez e Morbidelli.

-18:34: Miller porta il limite a 1:35.582.Ottimo il passo dell’ australiano in queste condizioni.

-20:10: Nuovo giro velocissimo per Miller: 1:37.147. E’ evidente come le gomme da asciutto in queste condizioni garantiscano tempi decisamente migliori.

-21:31: Miller si porta al comando, abbassando il limite a 1:37.755.

-22:24:  Zarco si porta in seconda posizione. Alle sue spalle Dovizioso e Miller, che con gomme d’ asciutto gira sui tempi dei migliori.

-24:15: Quasi tutti i piloti sono in pista con gomme intermedie. L’ unico ad azzardare le slick è Jack Miller. Alle spalle di Marquez, la classifica vede Zarco, Dovizioso, Bautista, Rossi e Lorenzo.

-26:04: Marc Marquez si porta subito al comando girando in 1:39.179.

-29:00: La pista è umida ma al momento non sta piovendo.

Iniziata la FP4.

FP4

Mancano 10 minuti all’ inizio della FP4. Si tratta dell’ ultima sessione di prove libere che precede le qualifiche. Il turno non è valido per modificare la lista dei piloti ammessi alla Q2, ma potrà essere molto utile a tutti i protagonisti per trovare il limite della pista, che rimane bagnata.

Amici di Sport Paper, buongiorno e benvenuti alla diretta scritta testuale delle qualifiche del Gran Premio della Comunità Valenciana. E’ l’ ultimo atto della Mondiale MotoGP 2018. Si è da poco conclusa la FP3, l’ ultima valida per definire i 10 piloti qualificati direttamente alla Q2. Si è girato sempre in condizione di pista bagnata, ma diversi piloti sono riusciti a migliorare i tempi fatti registrare ieri. Danilo Petrucci ha realizzato il miglior tempo girando in 1:39.712. Il pilota della Ducati Pramac si è piazzato al primo posto della classifica combinata delle tre sessioni. Assieme al ternano accedono alla Q2 Marquez, Dovizioso, Miller, Zarco, Pedrosa, Pol Espargaro, Rins, Aleix Espargaro e Pirro. Rimangono fuori diversi big dello schieramento. Dovranno prendere parte alla Q1, tra gli altri, i due piloti Yamaha Maverick Vinales e Valentino Rossi, Andrea Iannone con la Suzuki e il ducatista Jorge Lorenzo. Essendo solamente due i posti a disposizione per accedere alla fase successiva delle qualifiche, due di loro saranno costretti a partire molto indietro sullo schieramento di partenza del Gran Premio di domani.

Il Mondiale MotoGp 2018 è giunto al suo epilogo. L’ ultimo appuntamento stagionale è il Gran Premio della Comunità Valenciana, che si disputa sul circuito Ricardo Tormo di Valencia. Il titolo iridato è ormai da un mese nelle mani di Marc Marquez. Lo spagnolo ha così conquistato il quinto alloro in 6 stagioni nella Classe regina. La gara conclusiva del Campionato presenta comunque diversi motivi di interesse. I due piloti Yamaha Valentino Rossi e Maverick Vinales sono in lotta per conquistare il terzo posto finale, piazzamento platonico ma di grande prestigio. A separarli ci sono solo due punti (195 per il pilota di Tavullia contro i 193 del compagno di squadra). Jorge Lorenzo, al passo di addio con la Ducati, cercherà di ottenere un successo per chiudere nel migliore dei modi il suo biennio in Rosso. E’ invece all’ ultima gara della carriera Dani Pedrosa. Il pilota della Honda, al termine del Gran Premio di domani, appenderà il casco al chiodo e tenterà di uscire di scena con un risultato importante. Sarebbe la degna conclusione di un cammino sfortunato ma ricco di soddisfazioni, al quale manca solo la ciliegina di un titolo Mondiale.

IL CIRCUITO DI VALENCIA

Il circuito di Valencia ospita il Motomondiale dal 1999. E’ una pista tortuosa, che si percorre principalmente in piega. L’ unico rettilineo vero è quello dei box. Si gira in senso antiorario. Il tracciato misura 4 km e presenta 14 curve, 9 a sinistra e 5 curve a destra. Non è certo uno dei circuiti preferiti dalla maggior parte dei piloti, che lo paragonano a un grande kartodromo. Come già detto, tutto il giro è caratterizzato da un continuo susseguirsi di curve. Il motore qui non consente di fare la differenza. Per essere competitivi, bisogna avere una buona ciclistica e grandi doti di scorrevolezza della moto. Non è facile superare, quindi ottenere una buona posizione sulla griglia di partenza è fondamentale se si vuole aspirare alla vittoria.

I RISULTATI DELLE PROVE LIBERE DI IERI

Le prove libere di ieri sono state fortemente condizionate dalla pioggia, caduta in maniera battente nel corso di entrambi i turni. I risultati sono comunque indicativi, dal momento che le previsioni meteo sono pessime anche per la giornata odierna e per la gara di domani. Marc Marquez si è dimostrato il più veloce anche in condizioni meteo avverse, realizzando il miglior tempo di giornata in 1:39.767. Alle sue spalle, troviamo i due piloti della Ducati Pramac Jack Miller e Danilo Petrucci. Quarta posizione per Andrea Dovizioso, con la prima Ducati ufficiale, seguito dalla seconda Honda di Dani Pedrosa. Maverick Vinales, con la prima Yamaha, si è piazzato in 7. posizione, preceduto anche dalla Suzuki di Andrea Iannone. La top 10 è chiusa da Michele Pirro (collaudatore della Ducati che partecipa a questa gara grazie a una wild card), dalla KTM di Pol Espargaro e dall’ altra Suzuki di Alex Rins. Rimangono al momento fuori dall’ accesso diretto alla Q2 Valentino Rossi e Jorge Lorenzo, che hanno chiuso rispettivamente con il 12° e 19° tempo. Se anche nel corso della FP3 in programma stamane il meteo non consentisse di migliorare i tempi del venerdì, i due sarebbero costretti a prendere parte alla Q1.