Scamacca, il Bomber con un unico obiettivo: la Champions League

202
belotti
Gianluca Scamacca ph: Fornelli/Keypress

“Il mio obiettivo entro 5 anni è giocare la Champions”. Gianluca Scamacca, in una intervista a gianlucadimarzio.com il 19 Dicembre 2019, solamente un anno fa. Pretenzioso, arrogante, sicuro di sé, o semplicemente una grande voglia di arrivare ad alti livelli mostrando le sue qualità? Ecco chi è Gianluca Scamacca.

La storia 

Cresciuto nelle giovanili della Roma, dopo aver iniziato nella Lazio, si fa notare per il suo grande senso del gol. Nel giugno 2014 segna 34 gol in 30 partite e porta i Giovanissimi nazionali fino alla vittoria del campionato, siglando anche la rete nella finalissima contro la Juventus.

Nel gennaio 2015 Scamacca decide che è arrivato il momento di cambiare e accetta la corte del PSV Eindhoven in Olanda. Dura un anno la sua prima avventura olandese ed è allenato da un ex attaccante di fama mondiale, Ruud Van Nistelrooy

Ma il richiamo dell’Italia è più forte di tutto ed è il Sassuolo a fare il colpaccio. Con i neroverdi inizia un lungo percorso di crescita che passa dalla vittoria al Viareggio a tanti prestiti, Cremonese, di nuovo in Olanda al Pec Zwolle fino all’Ascoli la scorsa stagione.

É la terra ideale per crescere, e non a caso il passaggio nelle Marche è comune a tanti suoi quasi coetanei: Favilli, Petagna, Orsolini, Cassata, Frattesi. Tutti passati da Ascoli. La stagione non è facile: l’Ascoli si deve salvare, i bianconeri cambiano quattro allenatori ma in maniera del tutto insperata e incredibilmente raggiungono l’obiettivo anche grazie ai suoi 13 gol stagionali.

Infine l’intuizione del DS del Genoa Daniele Faggiano proprio quando molti club di serie A non sembravano ritenerlo pronto per il massimo campionato. Arriva al Genoa in sordina tanto che in molti lo considerano come la quarta punta dietro a Shomurodov e Destro e Pandev. A Dicembre invece si può dire che è Gianluca Scamacca la punta centrale titolare del Genoa e cercherà con i suoi gol di trascinare, dopo l’Ascoli, anche il Grifone alla salvezza. 

Le statistiche 

6 presenze in Serie A, 2 Gol, 1 assist. Meglio ancora in Coppa Italia, dove in 2 partite ha segnato 4 gol, due nella ultima sfida contro la Sampdoria del 26 Novembre scorso diventando il terzo marcatore più giovane nella storia del derby della Lanterna dopo Icardi e Galante.

Con l’Under 21 ha fatto 3 gol nelle ultime due partite di qualificazione agli europei di categoria contro il Lussemburgo e Svezia. 

 Caratteristiche tecniche e ultime prestazioni 

195 cm x 85 kg, Scamacca ha una struttura longilinea, costituita da un fisico asciutto e una muscolatura possente e sicuramente quello che colpisce è la stazza. Però quello che rapisce vedendolo giocare è la tecnica.

Centravanti molto dotato di un ampio repertorio di soluzioni balistiche come dimostrano i tanti gol fatti in maniera diversa, da quelli attaccando la profondità a quelli realizzati con diagonali di estrema precisione passando per i tiri di potenza. Oltre alle doti col piede, Scamacca grazie ad una notevole elevazione è in grado di essere letale anche nel gioco aereo, finalizzando spesso con colpi di testa di grande potenza e precisione.

Nell’ultima partita però, persa dal Genoa contro il Parma, commettere un grave errore sotto porta che dimostra che c’è ancora qualcosa da migliorare sopratutto per quanto riguarda il “killer instict” sotto porta. Al 30’ sul punteggio di 1-0 per il Parma Scamacca deve solo spingere in rete l’ottimo cross di Pellegrini ma incredibilmente spara alto da pochi passi.

Poco male perché tra pochi giorni l’attaccante ex Ascoli avrà già l’occasione di rifarsi contro la Fiorentina, in quello che è un vero e proprio spareggio salvezza, caricandosi su di sé il peso dell’attacco del Genoa e tutte le pressioni del difficile momento del grifone a soli 21 anni ma questa è una tappa fondamentale per fare, un giorno, il salto in una big e vivere le notti di Champions da lui tanto sognate.