Serie A – Milan bloccato dalla Roma; Napoli ed Inter si avvicinano

83
esultanza Lorenzo Insigne ph: Fornelli/keypress

Il Milan frena contro una bella Roma

Una bella Roma blocca sul pari il Milan del sempre straripante Ibrahimovic e conferma di avere grossi margini di miglioramento per poter dire la sua in questo campionato; difesa ancora acerba (aspettando Smalling) ma in avanti piedi buoni (Pellegrini e Pedro) e fantasia non mancano, anche se a San Siro le reti arrivano tutte da calcio piazzato. I rossoneri dal canto loro pagano l’assenza forzata di Donnarumma stoppato dal Covid ma il ventiduesimo risultato utile consecutivo ed un Leao in forte crescita fanno credere che non sarà un fuoco di paglia. Da dimenticare l’assurda prestazione di Giacomelli, un direttore di gara che da anni meriterebbe di essere messo a riposo.

Il Napoli corre e aggancia il Sassuolo

Alle spalle della capolista la “strana coppia” Napoli-Sassuolo; i neroverdi, forse intimoriti dal potersi trovare per qualche ora in cima al campionato, ingranano tardi e solo nel finale meriterebbero di superare il Torino, che centra così il suo primo punticino in classifica.

Bene invece il Napoli che vince il “festival degli Insigne” superando con un po’ di fatica il coriaceo Benevento di Pippo Inzaghi. Quattro vittorie su quattro la dicono lunga sulle intenzioni dei partenopei che sperano sempre di poter recuperare il match con la Juve e magari riprendersi quel punto così “pesante”.

La Juventus non vince più; Inter e Lazio ritrovano i tre punti

Tornano al successo Inter e Lazio; i nerazzurri surclassano il Genoa ben più di quanto non dica il risultato, ma i goal li trovano soltanto nel secondo tempo, grazie anche all’ingresso di Barella che “stana” Lukaku che non si tira di certo indietro. Con il Bologna è il “Mago” Luis Alberto a sbloccare una situazione non proprio semplice; poi il raddoppio del solito Immobile tranquillizza la Lazio che rischia soltanto nel finale e subisce la rete dell’ex De Silvestri. Positivo l’esordio in campionato di Pepe Reina.

Ancora non riesce a sbloccarsi la nuova Juventus targata Pirlo; i bianconeri col Verona vanno sotto e rimediano grazie ad una prodezza di Kulusevski tenuto inizialmente in panchina. Elogi per Juric che sta compiendo l’ennesimo miracolo sportivo.

Atalanta che succede? Ranieri intanto vola

Il “vecchio” Quagliarella ha ripreso a segnare con continuità e la Sampdoria ne beneficia inanellando la terza vittoria consecutiva con avversarie di un certo livello; la “banda Gasperini” invece segna il secondo passo falso consecutivo in campionato, mostrando come anche i bergamaschi soffrano il doppio impegno settimanale.

Fiorentina e Cagliari gioiscono; Crotone e Udinese destinate a soffrire

I viola finalmente concretizzano il loro gioco e trovano una vittoria fondamentale per riprendere un cammino più sereno in campionato; al pari del Cagliari che soffre col Crotone ma poi lo doma grazie ai suoi gioielli offensivi guidati da un grande Joao Pedro. Da sottolineare le doppiette di Castrovilli ed Okaka e la prestazione di Messias, uno che potrà ancora dire la sua. Parma e Spezia non si fanno male con un punto a testa che servirà più avanti.