Serie B, si riparte il 21 giugno: recupero Ascoli-Cremonese il 17

22
Artemio Franchi

Serie B si riparte con il recupero Ascoli-Cremonese

Il campionato di Serie B ricomincia il weekend del 21 giugno, mentre il recupero della 6a di ritorno fra Ascoli e Cremonese e’ fissato il 17 giugno. Tre i turni infrasettimanali – il 30 giugno, il 14 luglio e il 28 luglio – ultima giornata di regular season il primo agosto, inizio dei playoff il 4 agosto e finale di ritorno il 20. Playout, infine, il 7 e il 14 agosto. Previsti orari pre serali e serali, che saranno comunicati insieme alla programmazione gare delle prime giornate. Lo ha deciso l’Assemblea di Lega B in videoconferenza, dando anche il via libera, come richiesto dalla Figc, alle cinque sostituzioni da distribuire in un massimo di tre momenti durante la gara.

Serie B : la nota della Lega

La Lega di serie B spiega poi in un comunicato cosa dice il regolamento della Figc circa la disputa dei playoff e playout della Serie B premesso i criteri di arrivo in caso di classifica avulsa: a) Punti conseguiti negli scontri diretti b) Differenza tra reti segnate e subite negli scontri diretti c) Differenza reti dell’intero campionato d) Maggior numero di reti segnate nell’intero campionato e) Sorteggio. Per quanto riguarda poi i playoff, la prima e la seconda classificata del campionato di Serie B salgono direttamente in Serie A, la terza viene definita mediante la disputa di playoff, che si giocano se fra la terza e la quarta non ci sono piu’ di 14 punti di distacco, fra le sei squadre arrivate in classifica dal 3 all’8 posto. Ci saranno dei turni preliminari, gare di sola andata fra la 6a e la 7a e fra la 5a e l’8a e prevedono, in caso di parita’ dopo 90 minuti, la disputa dei tempi supplementari. In caso di ulteriore parita’ non si disputano i calci di rigore ma vince la squadra meglio classificata nella regular season.

Serie B le regole per playoff e playout

Poi le semifinali dove la 3a classificata gioca una gara di andata e ritorno, quest’ultima in casa, contro la vincente del match fra la 6a e la 7a. Idem fra la 4a e la vincente fra la 5a e l’8a. In caso di parita’ di punteggio dopo 180′ si tiene conto della differenza reti nelle due partite, in caso di ulteriore parita’ si qualifica per la finale la squadra meglio posizionata in classifica (non si disputano quindi i tempi supplementari). Le vincenti delle semifinali disputano la finale in due gare di andata e ritorno, quest’ultima in casa della meglio classificata in campionato. In caso di parita’ di punteggio dopo 180′ si tiene conto della differenza reti nelle due partite, in caso di ulteriore parita’ viene considerata vincente la squadra meglio posizionata in classifica al termine del campionato. Solo nel caso in cui le due squadre avessero terminato il campionato con lo stesso punteggio in classifica, la gara di ritorno prevederebbe anche i tempi supplementari ed eventualmente i calci di rigore.
Per quanto riguarda i playout, sono retrocesse direttamente in Lega Pro le tre squadre ultime classificate, la quarta viene individuata da due gare, di andata e ritorno, fra la quartultima e la quintultima se non hanno piu’ di quattro punti di distacco. In questo caso retrocede direttamente anche la quartultima classificata, senza la disputa dei playout. In caso di parita’ dopo i 180 il regolamento ricalca quello della finale playoff.