Tennis, ATP Dubai: Sinner e Sonego agli ottavi

Jannik supera in rimonta Bublik. Lorenzo trionfa contro il qualificato Zapata Miralles.

131
Sinner
Sinner - Foto tratta da Facebook

Tennis, ATP Dubai: Sinner vince in rimonta 2-1 contro Alexander Bublik, Sonego travolge Zapata Miralles con un doppio 6-2

Sinner supera il problema al piede e liquida Bublik

Jannik Sinner raggiunge gli ottavi di finale del Dubai Tennis Championships, torneo Atp 500 dotato di un montepremi di 1.897.805 dollari che si sta disputando sul cemento degli Emirati. Il tennista altoatesino, n.32 del ranking ATP, ha trionfato contro il kazako Alexander Bublik, numero 43 del ranking Atp, battuto in rimonta con il punteggio di 2-6, 7-6(2), 6-4 in due ore e cinque minuti.

L’azzurro parte molto male, evidentemente limitato negli spostamenti da un problema al piede, uscendo sconfitto dalla prima frazione. Tra il primo e secondo set Sinner chiama un toilette timeout e ne esce rinvigorito. Bublik accusa l’improvviso cambio di marcia dell’azzurro e affonda al tiebreak dopo un parziale di 5-0. Sinner rimane concentrato nel terzo set, sfruttando gli errori dell’avversario e ottenendo un posto agli ottavi di finale. Jannik vince, soffrendo in rimonta, una partita che sicuramente lo aiuterà a crescere.

Il tennista di San Candido affronterà ai quarti di finale lo spagnolo Roberto Bautista Agut (n.11 del ranking), quarto favorito del seeding, che ha approfittato del ritiro dell’australiano Ebden sul 4-1 del primo set.

In conferenza stampa, Sinner, parlando del fastidio al piede, ha dichiarato: “Non ho problemiSto giocando da Sofia con le cavigliere e in partita facciamo il taping. Oggi mi ha dato un po’ fastidio perché era un po’ stretta, ma è tutto a posto, sto bene“.

Sonego vince e convince con Zapata Miralles

Lorenzo Sonego ha trionfato con un doppio 6-2 contro il qualificato spagnolo Bernabe Zapata Miralles (150 ATP) in un’ora e 18 minuti. Match senza storia: nel primo set è bastato il servizio per dominare, ben sette ace e l’85% di prime in campo. Nella seconda frazione, l’azzurro accusa un calo fisiologico ma vince agevolmente un match mai stato in discussione.

Sonego, entusiasta della vittoria, ha dichiarato dopo il match: “Sto vivendo un buon momento, anche le due precedenti sconfitte in primi turni erano arrivate contro avversari (ndr Tommy Paul e Taylor Fritz, rispettivamente a Rotterdam e Doha) che hanno giocato meglio di me, può capitare“. Il tennista torinese, inoltre, ha parlato della superficie dei campi in Qatar: “Mi trovo bene su questi campi, più in generale sono comunque convinto di aver fatto la scelta giusta non andando a giocare sulla terra in Sudamerica. Ho deciso così perché la classifica me lo consentiva e perché sul veloce si assegna la gran parte dei punti della stagione. E questo mi consente di migliorare“.