Boxe: morto Sandro Mazzinghi

149

Divenne campione del mondo superwelter nel 1963, epiche le sfide con Nino Benvenuti.

È morto oggi all’ospedale Lotti di Pontedera, dov’era ricoverato da una decina di giorni, l‘ex campione del mondo di pugilato Sandro Mazzinghi. Fu campione del mondo dei pesi superwelter negli anni 1963-65 e 1968-69.

Impressionante la carriera professionistica di Mazzinghi: 64 incontri vinti di cui ben 43 per ko, e soltanto 3 persi. Tutto ebbe inizio il 15 settembre 1961 con il primo match da professionista e dopo soli tre anni, nel 1963 riuscì a raggiungere la vetta mondiale conquistando le cinture WBC e WBA del superwelter contro l’americano Ralph Dupas.

Mazzinghi vs Benvenuti

Ma ciò che rimase nella storia della boxe italiana furono le sfide con Nino Benvenuti, di cui indimenticabile il match disputato allo stadio San Siro il 18.6 1965 con i palio le cinture mondiali WBC e WBA dove ebbe la meglio Benvenuti.

Il ricordo di Benvenuti

All’Ansa proprio le parole di Benvenuti: “Per parlare di Sandro Mazzinghi bisogna trovare le parole migliori. Ci siamo battuti, sono sempre state battaglie dure, ma l’ho sempre rispettato e ora lo ricordo con affetto. La nostra è stata una rivalità come quella fra Coppi e Bartali, abbiamo diviso l’Italia dello sport”. E poi: “Sul ring Sandro era un guerriero, ti metteva paura, lo guardavi negli occhi e capivi che per lui c’era solo il volerti sopraffare, voleva vincere a tutti i costi. E per batterlo dovevi dare veramente qualcosa in più”

Lo scorso anno venne inserito nella Hall of Fame del pugilato italiano.