Cacciatore ammanettato come Mourinho

86

Cacciatore: eccessivo nervosismo

Più al centro dell’attenzione mediatica il gesto di Cacciatore durante il match contro la Juventus che il risultato portato a casa dai bianconeri. Cacciatore ha infatti ripetuto il gesto reso famoso da José Mourinho quando era allenatore all’Inter. Gesto di stizza e una netta presa di posizione da parte del giocatore ieri. Frustrazione che rispecchia l’animo di una squadra già in difficoltà per l’espulsione di Bastien al 37′ minuto. Già in 10 ecco c’è dopo un fallo subito da Cacciatore Maresca dà disposizione al giocatore di uscire dal campo momentaneamente per controllare le condizioni fisiche da parte dei medici della squadra. Durante l’attesa per il via libera dell’arbitro per poter rientrare in campo ecco il gesto che fa saltare il campo al giocatore e farlo finire sotto la doccia. Maresca espelle Cacciatore al 67′ e la partita va avanti non senza polemiche. Polemiche che in queste ore imperversano sui social contro l’arbitro e la squadra ospite. Già da giorni la designazione non era andata giù ai tifosi. Ora si attendono importanti decisioni da parte del giudice sportivo che già da martedì potrebbe pronunciarsi in proposito.  Il giocatore rischia almeno 2 giornate di squalifica per comportamento antisportivo e per l’espulsione diretta rimediata al Bentegodi.

Cacciatore come Mourinho: ecco il precedente

Sono poche le differenze tra Cacciatore e il Mourinho che anni fa ha fatto parlare di sé ed in particolare del suo gesto, sì le manette, che tutte le telecamere avevano ripreso. L’unica differenza che Cacciatore sta in campo e Mourinho in panchina.

Indimenticabile il gesto dell’allenatore portoghese che quella sera si trovava ad affrontare la Sampdoria. Anche in questo caso Inter in 9 per espulsione di Samuel e Cordoba,  grande tensione dentro e fuori dal campo. Cambiasso tenta di aggredire un giocatore della Sampdoria e Muntari che insulta l’arbitro. Infine per Mourinho tre le giornate di squalifica inflitte e una multa di 40 mila euro.