Calcio, ritorno tifosi allo stadio: ecco come funzionerà dal 1° giugno

Calcio, ritorno allo stadio posticipato, ma il primo giugno si potrà tornare a fare il tifo. Ecco la bozza del prossimo decreto al riguardo.

79
Stadi Spadafora
Foto wikicommons

Calcio, ritorno tifosi allo stadio

Il ritorno dei tifosi allo stadio ha una data. Finalmente si potrà tornare a fare il tifo e le porte degli stadi potranno riaprire. Si ricomincia il prossimo 1° giugno, ovviamente con un numero molto limitato e rispettando delle regole.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE QUESTO ARTICOLO >>>

Calcio, le regole per il ritorno allo stadio

Il Comitato tecnico scientifico ha deciso di posticipare al 1° giugno la presenza del pubblico a tutti gli eventi sportivi nella zona gialla. Il documento dice:

“A decorrere dal 1° giugno 2021, in zona gialla la disposizione di cui al comma 1 si applica anche agli eventi e alle competizioni di livello agonistico e riconosciuti di preminente interesse nazionale con provvedimento del Comitato olimpico nazionale italiano (Coni) e del Comitato italiano paralimpico (Cip), riguardanti gli sport individuali e di squadra, organizzati dalle rispettive federazioni sportive nazionali, discipline sportive associate, enti di promozione sportiva ovvero da organismi sportivi internazionali”. E’ quanto si legge in una bozza del decreto legge Covid atteso in Cdm domani. “La capienza consentita – si legge nel documento – non puo’ essere superiore al 25 per cento di quella massima autorizzata e, comunque, il numero massimo di spettatori non puo’ essere superiore a 1.000 per impianti all’aperto e a 500 per impianti al chiuso. Le attività devono svolgersi nel rispetto delle linee guida vigenti. Quando non è possibile assicurare il rispetto delle condizioni di cui al presente articolo, gli eventi e le competizioni sportive, di cui al presente comma, si svolgono senza la presenza di pubblico”.