Ciclismo, Viviani: “Penso sia arrivato il tempo di ricominciare”

685
Ciclismo Viviani

Ciclismo Viviani: “E’ arrivato il tempo di ricominciare”

“Penso che sia tempo di ricominciare. Il numero di persone infette ha iniziato a diminuire. Noi corridori non siamo un pericolo per nessuno, la bicicletta si è fermata solo per evitare di aumentare la pressione che pesa già negli ospedali, non perché questo virus venga diffuso dai ciclisti”. Lo afferma Elia Viviani, star del ciclismo italiano e del team Cofidis, intervistato da “L’Equipe”.

Ciclismo Viviani parla a L’Equipe

“Questa situazione può essere risolta con regole rigorose, ad esempio che ogni persona si alleni in solitaria. I ciclisti possono allenarsi sulle strade per alcune ore. Possiamo fare allenamenti normali ed evitare di essere un pericolo per gli altri. Questa è la cosa più importante Ecco perché penso sia tempo di ricominciare”. Viviani, infine, si è detto convinto che nessun professionista “correrà tutti i tre grandi giri”, Tour de France, Giro d’Italia e Vuelta di Spagna