Cowboys disarmati!

260

La offense vende i biglietti e la defense vince le partite” quante volte l’abbiamo sentito dire parlando di football? La partita andata in scena domenica sera all’Arrowhead Stadium tra Kansas City Chiefs e Dallas Cowboys ne è la più esemplare riprova, fortunatamente a favore dei padroni di casa.

I texani sono arrivati a Kansas City con un record di 7-2, probabilmente con la speranza di aver vita facile contro i Chiefs, nonostante l’assenza di Amari Cooper, ma hanno dovuto presto ricredersi. Dopo aver vinto il coin toss ed aver scelto di partire all’attacco hanno realizzato che la partita sarebbe stata tutta in salita. Il primo drive si è aperto con un incompleto, un completo da 8yds che faceva ben sperare, un altro incompleto, quindi un punt, senza chiudere un down. Sarà questo il lietmotif di una partita nella quale la Defense Red&Gold, assolutamente dominante, non ha permesso a Dak Prescott e ai suoi compagni di sviluppare gioco.

Lo stesso QB grigioblu ha dichiarato dopo la partita: “non sono scoraggiato, sono incazzato”. Ed è comprensibile, visto che la Defense dei Chiefs non ha permesso di segnare nessun punto alla sua Offense. Ezekiel Elliott e Tony Pollard sono stati bloccati sul gioco di corsa da una ottima D-Line e da linebackersGay e Bolton, capaci e concreti. E tra l’altro sono rookies! Ottima anche la copertura sui lanci con un Charvarius Ward che intercetta un TD pass in End Zone ad inizio ripresa ed un enorme L’Jarius Sneed che intercetta l’ultimo arrembante drive dei Cowboys, per chiudere definitivamente la partita.  5 sacks in totale. 3,5 fatti dal solo Chris Jones! 5 tackles for loss, 2 intercetti sono i dati che riassumono un lavoro incredibile dei ragazzi di coach Spagnuolo.

Sembra invece che la Offense dei Chiefs non riesca, o non voglia ancora, esprimere il suo pieno potenziale. Dopo i primi 3 drives si è passati ad un torpore quasi noioso. Patrick Mahomes ha chiuso la partita con un 62% di completi, 0 TD e 1 INT che, ad esser onesti, è più da imputare a Travis Kelce, che ha pasticciato con un pass “on-target”, regalando la palla a Jayron Kearse. Di Kelce il primo TD della serata, su corsa. Bene anche il ritornato Clyde Edwards-Helaire che realizza 63 yds su corsa su 12 portate, 5.3 di media, ed un touchdown. Hill bene ma zero punti per lui contro i texani e bene anche Byron Pringle che mette a segno una ricezione da 37yds. Mecole Hardman contina a non convincere ed il nickname HARDtocatchtheballMAN comincia a calzargli bene.

Lo Special Team ci sta abituando a giocate intelligenti: Harrison Butcker che pur ha sbagliato un punto addizionale e un field goal, su un 4th down ha fatto credere di andare per i 3 punti ed ha invece puntato consegnando, con l’aiuto di uno scattante Nick Allegretti, la palla ai Cowboys sulle 2yds a 2’45” dalla fine e senza timeouts. Grande coach Toub!

Sono quattro le vittorie consecutive dei Kansas City Chiefs nelle ultime partite. Con una squadra in crescita e che, in poche gare ha saputo scalare la AFC WEST: da ultima a prima! E ora l’obbiettivo, non impossibile, è la testa della Conference. Week 12 vedrà i Chiefs seguire la NFL dal divano di casa, Bye Week per loro, e particolare attenzione alla sfida interna alla Division tra Los Angeles Chargers e Denver Broncos. Ci si rivede la prossima settimana!

Ilda Ceriku
Redattrice SportPaper.it e responsabile agenzia fotogiornalistica KeyPress