ESCLUSIVA – Cuccureddu: “Giusto puntare su Thiago Motta. Serve una giusta dirigenza”

Le parole dell'ex calciatore della Juventus a SportPaper TV su Radio Roma Television.

25
cuccureddu

Antonello Cuccureddu, ex calciatore della Juventus, ha parlato a SportPaper TV su Radio Roma Television ospite di Roberta Pedrelli del momento dei bianconeri, della addio di Massimiliano Allegri e del prossimo allenatore.

Cuccureddu: “Reazione Allegri? Sono cose che capitano”

Cosa pensa dell’addio di Allegri?

“Sono cose che a volte succedono. Bisognerebbe viverle determinate. Purtroppo le cose vengono così. Quando succedono queste cose è sintomo che le cose non vanno nel verso giusto e sottolinea la poca simpatia con Giuntoli. Ha di suo reazione eccessive, ma quando hai accanto persone con cui non lavori bene diventa difficile”.

La Coppa Italia può dare nuova linfa? Thiago Motta è il futuro della Juventus?

“Bisogna aspettare. Thiago Motta è all’inizio, ma prende una squadra che va rivista, anche a livello dirigenziale. Mi auguro possa far bene. Passare alla Juve è un bel salto. La squadra va corretta, va ristrutturata, e bisognerà capire se glielo faranno fare. Accettare la Juve non è facile”.

Allegri è stato allontanato per non aver rispettato lo stile Juventus, non è che negli ultimi anni sia stato rispettato.

“Lo devono ancora vedere lo stile Juve”

Thiago Motta è una scelta sicura?

“Non è facile, aspettiamo. Ci sono tanti fattori, anche a livello dirigenziale”.

L’alternativa a Thiago Motta?

“Se hanno fatto questa scelta vuol dire che è stato fatto un lavoro accurato. Alle Juve devi vincere”.

Come prenderebbe la tifoseria del Bologna l’addio di Thiago Motta

“Bisognerà capire che programmi hanno. Avranno già parlato, o dovranno farlo”

Prenderebbe mai Mourinho alla Juventus?

“La Juve è una piazza in cui devi vincere e dare una struttura come si deve. Qualora glielo facessero fare potrebbe fare bene”.

Coppa Italia come punto di partenza?

“La Juventus è abituata ad altri standard. Bisognerà cambiare tanto. Conosco i dirigenti e bisognerà fare un lavoro diverso. Aspettiamo e vediamo come va”.

 

 

Federico Maria Santangelo
Redattore SportPaper.it, esperto di calcio italiano ed estero