Fantacalcio, consigli decima giornata: chi schierare e chi evitare. Analisi dell’ultimo turno

Decima giornata, chi schierare e chi evitare. I consigli per la fantaformazione

47
Fantacalcio

Fantacalcio, analizziamo l’ultimo turno

Com’è andata la vostra Fantagiornata di campionato? Avete operato le scelte giuste in fase di consegna della formazione o vi state mangiando le mani per aver lasciato fuori il “crack” di turno?

Cominciamo col dire che come ogni tornata infrasettimanale, la decima non è stata una giornata semplice per noi fantallenatori, alle prese con le rotazioni più o meno ampie che spesso in questi frangenti i tecnici (quattro dei quali in tribuna per squalifica…) decidono di operare. Tuttavia i big disponibili sono scesi quasi tutti in campo anche se non si sono registrati exploit particolarmente degni di nota, tipo il favoloso Simeone di domenica scorsa. Molte fantasfide quindi saranno state all’insegna dell’equilibrio, decise magari da una sola rete o dalla differenza generata dai modificatori di reparto, ove utilizzati.
Segnaliamo comunque i calciatori che si sono distinti, nel bene e nel male nella giornata appena trascorsa, già pronti a rifarci, o cercare conferma, in quella che partirà domani con Atalanta – Lazio.

Si specifica che per quanto riguarda il ruolo attribuito facciamo riferimento al metodo CLASSIC

PORTIERI – Fra i pali sono stati in tre a superare abbondantemente la sufficienza (FM 6.5); Handanovic, Tatarusanu e Reina. Tra questi segnaliamo in particolare il portiere laziale in quanto per lui, e per la formazione allenata da Sarri, si tratta della prima gara trascorsa senza raccogliere il pallone nel sacco almeno una volta. Dietro la lavagna finisce invece Audero della Sampdoria che si becca un secco 2.5 a causa dei tre pallini subiti dalla Dea ed apparso poco reattivo in occasione della sfortunata autorete di Askildsen.

DIFENSORI – Sugli scudi la difesa dell’Inter che totalizza addirittura due reti con D’ambrosio e Dimarco, top di giornata rispettivamente con una fantamedia di 10.5 e 10. Stesso voto (10) anche per il romanista Ibanez giunto alla sua seconda marcatura stagionale. Decisamente negativa invece la prestazione del ventunenne del Venezia Ampadu (FM 3.5) la cui espulsione a tempo di record (circa venti minuti la sua permanenza sul terreno di gioco) ha pregiudicato anche il risultato della sua squadra. Poco meglio è andata a Yoshida (Fm4.5), l’unico tra i largamente insufficienti ad aver toccato (quasi) il fondo senza nemmeno l’aiuto, si fa per dire, di un cartellino giallo.

CENTROCAMPISTI – la punizione gioiello che ha dato i tre punti alla Roma sul campo del Cagliari concede a Lorenzo Pellegrini (Fm 11) la palma del migliore di giornata nel ruolo e la seconda posizione in assoluto. Alle sue spalle a pari merito (Fm 10.5) Fabian Ruiz e soprattutto Maxime Lopez che col suo tocco vellutato allo scadere ha consentito al Sassuolo di espugnare per la prima volta il campo della Juventus. L’autorete già menzionata penalizza fortemente Askildsen (Fm 2.5) mentre l’espulsione costa a Ricci dell’Empoli un pesante 3.5 di fantamedia. Molto male anche il “bolognese” Medel (Fm 4), che Mihajlovic schiera peraltro in difesa, coinvolto nel crollo felsineo al Maradona.

ATTACCANTI – Vince la tappa Lorenzo Insigne che sfata per ben due volte il suo personalissimo tabù dal dischetto e totalizza la ragguardevole Fantamedia di 13.5! Tra i vari attaccanti che raggiungono il 10 in fantapagella menzione d’onore va all’udinese Success, al primo gol in maglia bianconera, ed al laziale Pedro che con la sua prodezza regala tre punti d’oro alla formazione biancoceleste. Sono ben 7 le punte che non superano il 5 in pagella ma per le aspettative della vigilia e per pedigree assegniamo l’ideale sacchetta di carbone a Pinamonti, spuntato contro la sua squadra d’appartenenza, alla quale avrebbe dovuto dimostrare di essersi sbagliata a lasciarlo andare, e naturalmente a Morata, uno degli uomini simbolo della debacle bianconera.