Inter, Marotta sicuro: “Lautaro è già una bandiera. Zhang spero che rimanga..”

Marotta racconta aneddoti sulla sua carriera e sul mercato lasciando un augurio al presidente dei nerazzurri

174

L’amministratore delegato dell’Inter Giuseppe Marotta, è intervenuto ai microfoni di Cronache di Spogliatoio per rispondere alle domande di alcuni piccoli calciatori. Al dirigente sono state poste delle domande sulla sua carriera ma anche domande sul mercato lasciandoci con un augurio sul presidente dei nerazzurri Steven Zhang.

Inter, le parole di Giuseppe Marotta

Lautaro Martinez ha rifiutato offerte da grandi squadre. Pensa possa diventare una bandiera dell’Inter?

Lautaro è un bravissimo giocatore ma soprattutto un bravo papà ed è anche un giocatore che ha dentro di sé dei valori importanti. Ama l’Inter come l’Inter ama lui. Lui vuole rimanere con noi e noi siamo contenti di tenercelo. Ad oggi è già una bandiera perché è il capitano, quando si dà la fascia a qualcuno significa che c’è differenza rispetto agli altri“.

Ronaldo l’ha fatta arrabbiare quando era alla Juve? 

Ronaldo è stato un bravissimo giocatore ed è ancora un bravo giocatore ma soprattutto un grande campione. Il campione trasmette delle convinzioni molto forti anche ai compagni. Lui era il leader della squadra e trascinava anche gli altri, quindi era impegnativo ma non mi ha fatto arrabbiare“.

Lei ha iniziato a fare il giornalista perché voleva farlo o perché era il modo per arrivare al calcio? 

No, io ero già nel mondo del calcio ma avevo due strade da seguire: il dirigente o il giornalista. Poi ho scelto di fare il dirigente perché mi si è creata l’opportunità“.

Skriniar non l’ha venduto perché pensava restasse?

Ci sono state delle divergenze, ovvero delle difficoltà tra il giocatore e l’Inter. Questo poi ha portato alla rottura di quello che era il rapporto di amicizia e appartenenza che c’era tra noi“.

Qual è stata la trattativa per il giocatore che poi si è rivelato un grande campione?

Nella mia vita ci sono stati tanti esempi, ma uno recentissimo è Matteo Darmian che è qui con noi oggi ed è un grande professionista. Un ragazzo che abbiamo preso per pochissimi soldi e oggi invece vale molto di più. Un giocatore che stimo di più per la serietà, capacità e un’insieme di valori“.

Qual è stato l’acquisto più difficile?

“Per Pogba è stata un’operazione complicata. Non aveva rinnovato con lo United e c’erano tante squadre che lo volevano. In quelle condizioni è stato difficile trattare il suo acquisto“.

Zhang può restare all’Inter?
Zhang è giovane, bravo, ambizioso e ha voglia di fare il presidente dell’Inter, quindi spero che rimanga“.

Un futuro in politica per lei?
Quando dico che smettendo col calcio potrei dedicarmi alla politica intendo dire che mi piace occuparmi dei ragazzi, soprattutto nell’ambito dello sport perché è una realtà che amo molto. Vorrei dedicarmi a questo con passione e per il bene dei ragazzi per migliorare il livello della qualità dello sport in Italia“.

Speranza Sergio
Redattore SportPaper.it | Esperto di calcio italiano ed internazionale