Juventus-Barcellona: precedenti e statistiche

55

Una storia lunga 50 anni…

Quella che andrà in scena stasera a Torino sarà una grande sfida, un super classico, perchè sarà la 14^ partita ufficiale tra Juventus-Barcellona: tra le squadre più titolate e amate al mondo.

La storia della sfida delle due grandi squadre inizia con la vittoria della Vecchia Signora il 20 ottobre del 1970 al Camp Nou, per arrivare poi all’ultimo match, che tutti noi ricordiamo, con il pareggio 0-0 del novembre 2017. Al momento i bianconeri si vedono in vantaggio con 5 successi a fronte dei 4 blaugrana.

Juventus e Barcellona si sono sfidate due volte in Coppa del Fiere, due volte in Coppa delle Coppe, ovviamente match di andata e ritorno, e ben nove volte nella massima competizione europea: la prima nel 1986, quando ancora si chiamava Coppa dei Campioni, e tutte le altre volte dal 2003 al 2017.

La prima sfida tra la Juve e il Barça risale, come accennavamo in precedenza, al 1970 nei sedicesimi di finale della Coppa delle Fiere. Il match di andata si giocò il 20 ottobre al Camp Nou e i bianconeri, allenati da Armando Picchi, riuscirono a vincere, poi il match di ritorno il 4 novembre allo Stadio Comunale di Torino finì con lo stesso risultato.

Passarono ben 16 anni prima che le due società si affrontassero di nuovo, nel 1986 si ritrovarono così l’una contro l’altra nei quarti di finale della Coppa dei Campioni. Il 5 marzo al Camp Nou i padroni di casa riuscirono a vincere con un gol di Julio Alberto al 36′. Al ritorno, invece, gli uomini di Giovanni Trapattoni riuscirono a strappare un pareggio. Fu dunque il la squadra spagnola a passare il turno.

Nel 1991 Juventus e Barcellona si sfidarono nelle semifinali della Coppa delle Coppe. Il match di andata si giocò in casa dei blaugrana il 10 aprile, e gli uomini di Johan Crujff vinsero per 3-1. Il 24 aprile si giocò il ritorno a Torino e la Juve, allora allenata da Gigi Maifredi, vinse 1-0 con un gol di Roberto Baggio al 61′, ma ovviamente non bastò per superare il turno.

12 anni dopo nella stagione 2002-2003, le due squadre si sono ritrovate da avversarie nei quarti di finale di Champions League. L’andata si disputò allo Stadio Delle Alpi il 9 aprile e finì con un pareggio per 1-1 con i gol di Montero al 16′ e di Saviola al 78′.Al ritorno, i bianconeri guidati da Marcello Lippi, riuscirono a imporsi per 2-1 al Camp Nou; permettendo alla Juve di accedere alle semifinali.

Nel 2015 arriva invece una gara secca tra Juventus e Barcellona, la finalissima della Champions League 2014-2015 che si è disputata all’Olympiastadion di Berlino il 6 giugno 2015. I bianconeri, guidati da Massimiliano Allegri, persero la  sesta finale in Champions League.

Nell’anno solare 2017 la squadra torinese e la squadra spagnola si sono sfidate per ben quattro volte. Le prime due ad aprile nei quarti di finale della Champions League 2016-2017. All’andata allo Juventus Stadium, i bianconeri si imposero 3-0. Al ritorno finì 0-0 e i bianconeri di Allegri andarono avanti nella competizione giungendo poi fino in finale contro il Real Madrid.

Nella stagione 2017-2018 bianconeri e blaugrana si ritrovarono nello stesso girone, proprio come quest’anno. Si sfidarono già nella prima giornata il 12 settembre al Camp Nou e i padroni di casa vinsero 3-0 con i gol di Messi al 45′ e al 69′ e di Rakitic al 56′. Il match di ritorno, per ora ultimo precedente tra le due squadre, si disputò il 22 novembre all’Allianz Stadium di Torino e finì 0-0.

Il destino dei due allenatori è curiosamente analogo dato che stanno entrambi faticando in campionato, e anche se il match arriva nella fase iniziale della Champions, avrà comunque una certa rilevanza, che va oltre i tre punti in palio. In gioco c’è infatti il prestigio, ma soprattutto questa vittoria darebbe grande fiducia in vista dei prossimi impegni.

Quanto alla probabile formazione bianconera, è in totale emergenza in difesa: a De Ligt , Chiellini e Alex Sandro si è aggiunto anche Bonucci, per il quale però è stata esclusa una lesione muscolare e quindi potrebbe anche stringere i denti e scendere in campo. A centrocampo dovrebbe rivedersi Bentancur, mentre in avanti Pirlo ha diverse opzioni e le scelte dipenderanno dal modulo. Potrebbero giocare Morata e Dybala in coppia con Kulusevski e Chiesa sulle fasce, oppure Ramsey alle spalle dello spagnolo e dell’argentino nel caso di 3-4-1-2.

TI POTREBBE ANCHE INTERESSARE >>> Juventus, Ronaldo: “Mi sento come una belva costretta a restare in gabbia”

La vigilia del Barcellona è stata invece caratterizzata dalle dimissioni del Presidente Bartomeu, che lascia il club dopo sette anni. Per quanto riguarda la formazione blaugrana che scenderà in campo stasera: Koeman dovrà ancora fare a meno di Ter Stegen, spazio all’ex Neto tra i pali. Al centro della retroguardia sarà Araujo a prendere il posto dello squalificato Piqué. Il grande ex Pjanic partirà dalla panchina: Busquets in tandem con De Jong sulla linea mediana, dietro a Trincao, Pedri (in sostituzione dell’infortunato Coutinho) e Ansu Fati che agiranno a supporto di Messi.

Probabili formazioni:

JUVENTUS (3-4-1-2): Szczesny; Demiral, Bonucci, Danilo; Cuadrado, Bentancur, Rabiot, Kulusevski; Ramsey; Dybala, Morata. All. Pirlo

BARCELLONA (4-2-3-1): Neto; Dest, Araujo, Lenglet, Jordi Alba; Busquets, De Jong; Trincao, Pedri, Ansu Fati; Messi. All. Koeman