La Lazio torna grande grazie a Capitan Immobile (2-0): biancocelesti primi nel girone

I biancocelesti si riscattano dopo la sfida dell'Arechi

45
IL GOL DI CIRO IMMOBILE ( FOTO DI SALVATORE FORNELLI )

Era una gara assolutamente da vincere, lo aveva chiesto Sarri, lo avevano chiesto i tifosi ma anche il presidente Lotito che nel pre-gara aveva confermato piena fiducia a Sarri nonostante il momento no.

Per scelta e necessità Sarri mette dentro tutti i nuovi, tranne Kamada, per cercare l’assalto decisivo alla qualificazione. Restano fuori anche Immobile e Pedro, dati per certo alla vigilia.
L’inizio promette bene; la Lazio appare spigliata e sfiora la rete già al decimo con Anderson. Isakaen è Guendouzi sono i più attivi, Luis Alberto pare ispirato. Poi però, col passare dei minuti niente accade, perché tra il volere ed il fare c’è di mezzo un avversario tutt’altro che remissivo ma soprattutto un gioco che non arriva, come le conclusioni del resto.
Se il febbricitante Provedel resta tutto il primo tempo sotto le coperte col termometro in bocca, non è che il suo dirimpettaio debba sudare le famose sette camice per strappare il premio partita. Lo 0-0 col quale si va al riposo ci sta, tutto.

Lazio-Celtic, primo tempo non brillantissimo ma poi ci pensa Immobile

Al 60’ l’occasione più nitida: Anderson serve Isaksen che dalla sinistra in diagonale la mette fuori di poco. Subito dopo entrano Pedro e Immobile al posto di Castellanos e dello stesso brasiliano che, spostato a sinistra, ha giocato sotto ritmo e trovato difficoltà enormi nel superare l’uomo.
Altea buona azione al 67” ma Marusic la fionda in curva. A suonare la carica è sempre il francese con la faccia da scugnizzo incastrata in mezzo alle spalle, ma pochi ne seguono lo spartito. Al 69’ si fa vedere il Celtic e Provedel è costretto ad usare le mani sia pure senza affaticarsi troppo. All”80’ Lazzari scende bene a destra, Immobile lascia a Luis Alberto che fallisce incredibilmente un rigore in movimento. Ma il gol arriva nell’azione successiva Isaksen calcia ma viene rimpallato e Immobile, sempre lui, la sbatte dentro e porta la Lazio in vantaggio. Due minuti e il capitano fa doppietta! Azione caparbia di Isaksen e palla a Ciro che s’intrufola tra le maglie avversarie e realizza di forza, alla sua maniera con il sinistro . Finale decisivo per i biancocelesti, che vincono una partita importantissima in ottica girone aspettando la sfida di questa sera tra Feyenoord e Atletico Madrid.

Giampiero Giuffrè
Giampiero Giuffre, redattore di SportPaper.it e di Komunicare Editore, esperto di calcio italiano ed estero