La San Marino Academy pareggia in casa della Florentia San Gimignano

118
SMAcademy (1)
copyright ©SMAcademy.

Quattro modifiche alla formazione titolare rispetto all’incontro con la Juve per Alain Conte, che consegna le chiavi del centrocampo alla coppia Brambilla-Corazzi, rilanciando dal primo minuto Babnik e Piazza sugli esterni difensivi.

Cronaca

Al Santa Lucia, tra i più piccoli terreni di gioco del campionato, Florentia e San Marino Academy danno vita ad un avvio piuttosto tattico ed equilibrato dove mancano le occasioni da gol.
Nel primo quarto d’ora, di fatto, solo un paio di incomprensioni difensive creano qualche grattacapo. Prima un traversone di Menin viene agganciato con qualche imbarazzo in area da Ceci, dopo l’intervento bucato di Dongus. Nei paraggi Muya, ma l’esterno neroverde se la cava senza grossi intoppi. Sul fronte opposto, quando corre il 13’, un lungo lancio di Ceci pesca Cantore. Il traversone sul secondo palo è destinato a Martinovic, neutralizzata nella morsa di Babnik e Ciccioli.
In seguito, è la Florentia San Gimignano a rendersi seriamente pericolosa in un paio di circostanze, tutte innescate da lanci dalla distanza. Al 17’ Dahlberg pesca Martinovic, che perde il tempo della battuta da posizione defilata. Decisamente più comodo il pallone che Cantore, attaccata la profondità alle spalle di Piazza, cede alla collega di reparto: destro strozzato dal cuore dell’area di rigore che non spaventa Ciccioli. L’estremo difensore marchigiano è determinante al giro di boa di frazione, quando Dongus libera un destro dal vertice sinistro, trovando i guantoni di Ciccioli a deviare la traiettoria sulla traversa.
La San Marino Academy predilige azioni di ripartenza, tentando di sfruttare gli spazi sulle corsie laterali dove agiscono Menin e Muya.
Al 33’ le ospiti rischiano molto su un pallone rasoterra dal limite dell’area piccola, che però è sventato da un intervento di Kunisawa che riesce a recapitare il pallone a Ciccioli.
Le squadre guadagnano così gli spogliatoi a reti inviolate. Al rientro è la Florentia a rendersi pericolosa con la neoentrata Pugnali che non sfrutta le due occasioni che ha avuto nei primi minuti della ripresa.
Dopo i primi dieci minuti piuttosto complicati anche Vagnini mette mano alle sostituzioni: richiamate in panchina Vecchione e Muya, in campo Landa e Baldini.
La miglior occasione della ripresa è al 70’ con l’Academy che sfiora il gol con Barbieri che trova però l’opposizione di Friedli. Successivamente è la Florentia che sfiora il vantaggio con Imprezzabile che conclude di poco al lato.
L’Academy si rende ancora pericolosa sugli sviluppi di un corner guadagnato da Landa, con Bursi che salva sulla linea.
All’83’ buona occasione per la Florentia con un colpo di testa di Martinovic, che però ha il demerito di non angolare, rendendo tutto facile a Ciccioli.
L’ultima palla gol di questa partita è per l’Academy che però non riesce a concretizzare grazie ad un’attenta chiusura di Rodella, che spedisce in corner. Questa partita conferma il trend di crescita delle Titane che sono le uniche, insieme a Juventus e Milan, ad aver ottenuto punti al Santa Lucia.

 

Tabellino


Serie A Femminile, 15. giornata | Florentia San Gimignano-San Marino Academy

FLORENTIA SAN GIMIGNANO [4-3-3]
Friedli; Ceci, Dongus, Rodella, Boglioni (dal 66’ Imprezzabile); Dahlberg (dal 46’ Pugnali), Wagner (dal 66’ Bursi), Re; Cantore, Martinovic, Anghileri (dal 46’ Nilsson)
A disposizione: Tampieri, Lotti, Pisani, Bolognini, Accornero
Allenatore: Stefano Carobbi

SAN MARINO ACADEMY [4-4-2]
Ciccioli; Babnik, Montalti, Kunisawa, Piazza; Menin, Corazzi (dal 74’ Chandarana), Brambilla, Muya (dal 55’ Baldini); Vecchione (dal 55’ Landa), Barbieri (dal 74’ Rigaglia)
A disposizione: Salvi, De Sanctis, Micciarelli, Rigaglia, Musolino, Chandarana, Cecchini
Allenatore: Lorenzo Vagnini (Alain Conte squalificato)

Arbitro: Marco Monaldi di Macerata
Assistenti: Giorgio Ravera di Lodi e Domenico Fontemurato di Roma 2
Ammoniti: Bursi, Re