La leva calcistica del ’99, con il mito di Totti: Gianluca Scamacca

60
belotti
Gianluca Scamacca ph: Fornelli/Keypress

Insieme a Tommaso Pobega, Gianluca Scamacca è uno degli under 21 italiani del momento. L’attaccante, oltre a trascinare il Genoa, si è reso protagonista nelle ultime uscite con la Nazionale under 21

Fisico prorompente e ben strutturato. I suoi 195 cm di altezza per gli 85 kg, lo rendono un’atleta possente e di grande forza. Il classe 1999, a 21 anni, ricorda un po’ Zlatan Ibrahimovic. Non solo per la struttura fisica ma anche per l’ottima tecnica di base e per quello che offre con e senza il pallone. Gianluca Scamacca è un attaccante moderno e soprattutto completo; è in grado di segnare in qualunque modo, gioca di sponda e fa a sportellate con i difensori avversari. L’attaccante del Genoa ha nel suo repertorio una vastità di assi: dal colpo di testa al tiro potente e di precisione. Duro nei contrasti e abile nel gioco aereo, Scamacca è anche una risorsa per le incursioni dei suoi compagni. Fa gol e fa anche segnare.

Nelle ultime uscite con la Nazionale under 21 di Nicolato ha dimostrato di essere uno dei leader indiscussi del gruppo. Nelle ultime due sfide di qualificazione valevoli per il prossimo Europeo, Scammacca ha messo a segno tre gol contro il Lussemburgo e Svezia. Però, il classe 1999 veniva da prestazioni eccellenti con il Genoa. Performance che hanno permesso a Scamacca, il 1° novembre, di segnare il primo gol in Serie A nel derby contro la Sampdoria. Secondo i dati Wyscout, il bomber del Genoa è il 4° under 21 del massimo campionato italiano per tiri effettuati (11) con una media-minuti pari a 3.31 (2° miglior u.21). Inoltre, risulta anche essere il 2° giocatore under 21 con la media più alta di falli subiti nell’arco dei 90’ (2.11).