Livorno: la procura federale indaga. Spinelli: “Licenzio tutti”

89

Caos a Livorno, società allo sbando

La Procura Federale ha aperto un fascicolo di indagini  per accertare il comportamento della società toscana e del presidente Aldo Spinelli. Il procedimento del procuratore Giuseppe Chinè vuole accertare l’eventuale violazione dei principi di lealtà e correttezza sportiva nonché delle pertinenti norme delle Noif, anche nell’ottica di garantire la regolare prosecuzione del campionato di Serie B.

Tutto ciò in quanto il Presidente Spinelli conscio che ormai la retrocessione in Serie C è ad un passo, non ha prorogato i contratti di 18 giocatori, quindi se le cose saranno confermate a Trapani scenderà in campo una formazione imbottita di ragazzini. Al momento sono confermati oltre all’allenatore Filippini, anche  Bogdan, Di Gennaro, Agazzi, Porcino, Marsura, Murilo, Braken e Mazzeo.

Queste le parole del Presidente Spinelli dopo il match perso all’Ardenza contro il Venezia:”Andranno via tutti quei giocatori che hanno gli accordi in scadenza nella giornata di oggi – spiega – Oramai siamo in Serie C, prorogarli sarebbe stato solo uno spreco di denaro. Dopo la sconfitta di ieri (2-0 contro il Venezia, ndr) è inutile pensare ancora alla salvezza. I giocatori per terminare la stagione comunque non ci mancano. Via anche Filippini? No lui terminerà la stagione e poi vedremo cosa accadrà”