Napoli beffato da Quaresma, addio Europa League

119

E’ la notte del Napoli. Gli azzurri sono chiamati all’impresa per ribaltare l’1 a 0 rimediato nella sfida d’andata contro il Porto grazie alla rete di Jackson Martinez, per passare ai quarti di Europa League. Ci vorrà una partita perfetta al San Paolo pronto a spingere i suoi idoli per l’intera partita. Il tecnico Benitez, ci crede, perché i suoi uomini in sfide di questo tipo si trasformano e in questa stagione sono stati capaci di superare in casa Borussia Dortumund, Arsenal ,Marsiglia e Swansea. Missione possibile ma servirà un grande Napoli per riuscire a vincere con due gol di scarto, capace da un lato di sfruttare le occasioni che gli capiteranno e dall’altro di correre meno rischi possibili in difesa, una distrazione potrebbe costare caro.

E’ stato un primo tempo a senso unico con il Napoli che ha dominato dal punto di vista del gioco imponendo il proprio ritmo alla gara e non concedendo occasioni agli avversari. Pressing a centrocampo, intensità e combinazione sullo stretto che hanno portato a creare molte pericoli. Pronti via ed è subito Napoli: tiro di destro di Mertens, che raccoglie un cross di Insigne, ma sbilanciato dal recupero di Mangala, ha calciato sul fondo. Poi ancora altre due occasioni con la battuta al volo di Henrique che finisce poco a lato e una di Higuain che non riesce ad inquadrare la porta. Il Napoli c’è e continua a spingere mettendo pressione al Porto che è totalmente in difficoltà. Al 20’ la partita si sblocca: Higuain dopo un bel dribbling, verticalizza su Pandev che con un bel sotto sorprende Fabiano. Napoli 1 Porto 0. Da questo momento in poi gli azzurri calano il ritmo lasciando il possesso palla agli avversari e ripartendo in contropiede. E cosi arriva la prima occasione per i portoghesi con il colpo di testa di Martinez che finisce a lato. Sul finire del tempo il Napoli ci prova ancora con Mertens e Insigne che ha cercato di sfruttare l`errore di Danilo, provando a calciare sul primo palo senza centrare la porta.

Il secondo tempo che si apre con lo stesso copione dei primi 45`minuti con gli azzurri che fanno la partita e i portoghesi che cercano di ripartire in contropiede. La prima occasione è il colpo di testa di Insigne, poi il tiro di Higuain salvato da Fabiano e il tiro di Mertens che finisce di poco a lato. Nel mezzo un colpo di testa di Carlos Eduardo, su assist di Quaresma che sfiora il palo. Poi al 69’ arriva la beffa per gli azzurri, alla prima distrazione difensiva incassa il gol del pareggio con il neoentrato Ghilas, che lanciato da Fernando,ha superato Reina con una conclusione precisa. Passano soli 5’ minuti e arriva la doccia fredda firmata Quaresma, che dopo aver saltato due uomini, ha battuto Pepe Reina con un violento tiro mancino. Nel finale il pareggio di Zapata. Il Porto prosegue il suo cammino in Europa League e si qualifica per i quarti.