NBA, infortunio per Zion Williamson: i tempi di recupero

Continuano i problemi per l'ala dei Pelicans 

47
Zion Williamson nba Pelicans

Continuano i problemi per l’ala dei Pelicans

Nella serata di ieri i New Orleans Pelicans hanno affrontato un’altra notizia spiacevole per quanto riguarda la loro giovane stella: David Griffin, General Manager della squadra, ha infatti dichiarato che Zion Williamson non si è ancora liberato del tutto dei problemi al piede che lo tormentano sin da prima dell’operazione, e sarà dunque costretto a saltare l’inizio della Regular Season, al via il 19 ottobre con i Milwaukee Bucks, campioni uscenti, che affronteranno i Brooklyn Nets.

 

Williamson, i possibili tempi di recupero

Secondo Shams Charania, The Athletic, per la prima scelta assoluta del Draft 2019 i tempi necessari per tornare sui parquet NBA sono piuttosto incerti. Quel che si sa è che il prodotto della Duke University si sottoporrà ad ulteriori esami di controllo tra non meno di 2 settimane, per tentare di capire ancora più a fondo come risolvere il problema.

Zion, nella scorsa stagione, ha giocato 61 partite, con medie spaventose di 33.2 minuti, 27.0 punti e 7.2 rimbalzi a gara. Ha inoltre eguagliato il record di Shaquille O’Neal di partite consecutive con almeno 2 punti con il 50% dal campo, arrivando a quota 25, ed è il giocatore ad aver segnato più punti nel pitturato in tutta la stagione.