NBA Playoff 2018: Belinelli trascina Phila, ok Pelicans e Raptors

41

NBA PLAYOFF 2018- I Philadelphia 76ers iniziano i playoff distruggendo i Miami Heat per 130 a 103. Il migliore della partita è stato Marco Belinelli: l’italiano mette a referto 25 punti in 33 minuti con 4 triple su 7 tentativi e aiuta la sua squadra ad iniziare meravigliosamente i playoff. Nonostante un infortunio nelle prime battute del match, Redick segna 28 punti mentre Dario Saric ne aggiunge 20. Seppur senza Joel Embiid, Phila mostra di essere una squadra eccezionale. Dopo un primo tempo chiuso in equilibri, i ragazzi di coach Brown dominano negli ultimi 24 minuti segnando 74 punti contro i 43 dei Miami Heat. Esordio super per Ben Simmons. Il candidato numero uno al premio Rookie of Year sfiora la tripla doppia mettendo a referto 17 punti, 14 assist e 9 rimbalzi.

TORONTO RAPTORS-WASHINGTON WIZARDS 114-106

Finalmente la maledizione è distrutta. I Toronto Raptors vincono una gara-1 per la prima volta dopo 17 anni. La migliore squadra dell’Est mette in ginocchio i capitolini con un’ottima prestazione corale: 6 giocatori chiudono infatti in doppia cifra, con un Serge Ibaka sugli scudi autore di 23 punti e 12 rimbalzi. L’arma vincente arriva ancora dalla panchina: Delo Wright segna 18 punti importanti. Wall prova a fermare i canadesi e con 23 punti, 15 assist e 4 palle rubate riesce quasi nell’intento. Nella quarta frazione, Toronto comincia con un parziale di 19-10 e spezza finalmente l’equilibrio.

PORTLAND TRAIL BLAZERS-NEW ORLEANS PELICANS 95-97

Il primo colpaccio dei playoff 2017/2018 è targato Pelicans: New Orleans infatti va a vincere sul campo dei Portland Trail Blazers. I ragazzi di Stotts, per vincere la serie, dovranno raccogliere anche almeno un successo esterno. Il migliore in campo è Anthony Davis: il fenomeno chiude con 35 punti, 14 rimbalzi e 4 stoppate. I suoi compagni riescono a limitare le avanzate di Lillard e McCollum e Mirotic si dimostra un acquisto azzeccato. Il direttore d’orchestra dei Pelicans è Rondo: il playmaker mette a referto ben 17 assist per mettere in ritmo i suoi compagni.