Overtime Festival, protagonista Federico Buffa: “Sport intrinseco nella nostra quotidianeità”

110

Tutto pronto per un’altra intensa giornata di Overtime Festival. A Macerata tanti ospiti per il Festival Nazionale del Giornalismo e Racconto Sportivo. La giornata prende il via alle 9 con la presentazione del progetto ‘Allenarsi per il futuro’ con la campionessa Maurizia Cacciatori. Alle 11 spazio alla tavola rotonda ‘La comunicazione a cinque cerchi. Psicologia sociale, storie e racconti da Tokyo 2020’. Il presidente del Coni Marche, Fabio Luna, insieme ai giornalisti Flavio Vanetti (Corriere della Sera), Stefano Vegliani, Franco Bragagna (Rai Sport), Gerardo De Vivo (Agenzia Area), guidano un interessante dibattito insieme alla prof.ssa Ramona Bongelli (Unimc) e a Marta Elena Casanova. Alle 17 continuano i momenti di convivialità. Il Macerati-Spiriti Conviviali, propone la sfida Italia-Inghilterra, questa volta con una una degustazione gratuita di birre italiane e inglesi. Ospiti Francesco Repice, il sommelier Simone Nicoletto e Marco Ardemagni (Caterpillar AM Radio 2). Mino Taveri, volto ed anima di Sport Mediaset, alle 18 racconta l’Estate Azzurra, intervistato da Gerardo De Vivo di Agenzia Area, al Teatro Cinema Italia; mentre Marino Bartoletti, alle 19, sale sul palco del Teatro della Filarmonica, per presentare due nuovi libri: La cena degli dei e Bar Toletti 5. Così ho vaccinato Facebook. Dario Ricci, giornalista di Radio 24, è la voce dell’incontro.
In contemporanea, alle 19, al Teatro Cinema Italia, Alfredo Trentalange, Duccio Baglioni, presidente e vicepresidente dell’Associazione Italiana Arbitri e Katia Senesi del Comitato Nazionale AIA, parleranno di arbitri davanti a una ricca platea guidata da Marco Ardemagni di Radio 2. Federico Buffa, amico di lunga data di Overtime, chiude la giornata al Teatro Cinema Italia alle 21.15, intervistato da Dario Ronzulli: lo stile narrativo che lo caratterizza a servizio di tante nuove storie per una serata, da tutto esaurito, che promette grande colore. Dalle 21.30, piazza della Libertà si colora con le video proiezioni di PlayMarche srl e Luca Agnani.

L’anno scorso, nel centro storico maceratese, sempre in occasione di Overtime Festival, Federico Buffa aveva narrato con il suo solito grande carisma alcune delle più grandi imprese che lo sport e i suoi protagonisti hanno regalato alle nostre esistenze, su tutte quelle di Michael Jordan, Pelè e Pietro Mennea.  Lo sport non è un semplice divertimento, è intrinseco nella nostra quotidianeità – aveva dichiarato Buffa all’incontro a cui avevamo partecipato – Tuttavia non dobbiamo sorprenderci che in un momento come questo si pensi alla disciplina sportiva come a un qualcosa di superfluo. Lo sport dovrebbe regalare speranza dove non arriva nient’altro“. Buffa aveva fatto capire che la scuola (già dalle elementari) dovrebbe fare qualcosa in più, dando agli studenti la massima formazione in ambito sportivo, in sostanza dando loro quel valore aggiunto di cui avranno bisogno anche in futuro.  

Dopo il successo ieri sera con Piero Chiambretti, sono ancora tanti gli incontri da non perdere. Sabato 9 ottobre  presentazioni dei libri Sulla sirena. Livorno-Milano 1989 di Dario Ronzulli (anteprima nazionale), La Città azzurra di Elena Marmugi, Zlatan Ibrahimovic, una cosa irripetibile di Daniele Manusia, il fondatore di “Ultimo Uomo”. A pochi mesi dalla conclusione delle Olimpiadi non poteva mancare un appuntamento dedicato all’oro olimpico: ospiti Gelindo Bordin, vincitore della maratona di Seul 1988, Nazareno Rocchetti, massaggiatore di tanti campioni italiani, Franco Bragagna, giornalista di RaiSport che con le sue telecronache ha celebrato tante grandi imprese, ultime in ordine temporale quelle realizzate in Giappone dall’atletica azzurra. Il direttore di Tuttosport Xavier Jacobelli analizzerà come sono cambiati calcio e sport negli ultimi anni. Concluderà la serata un duetto che si annuncia scoppiettante e irriverente: vedremo cosa combineranno insieme l’attore e regista Maccio Capatonda e il telecronista Pierluigi Pardo. A precederli sul palco Cristiano Militello Nicola Calzaretta con la presentazione in anteprima nazionale del libro Le cose perdute del calcio.

Nella giornata conclusiva del Festival, domenica 10 ottobre, spazio a Con tutti e con ognuno: essere coach oggi a cura del professor Marcello La Matina, alle 24 storie di bici di Alessandra Schepisi e Pierpaolo Romio, al ritratto di Socrates, grande campione brasiliano, realizzato da Marco Gnaccolini, a C’era una volta a San Siro, libro in cuiora che si discute se abbattere lo stadio simbolo del calcio italiano (e non solo), l’autore Gianfelice Facchetti ne ripercorre la storia con i toni dell’ode appassionata che intreccia storia e attualità, fatti ed emozioni.La presentazione sarà accompagnata dalle note dei musicisti Raffaele Kohler e Luciano Macchia. Overtime in questa edizione 2021 ospiterà anche ACES Video Awards, proiezione e premiazione di video promozionali di candidatura a Regione/Città/Comuni/Isola/Comunità europeedello Sport. All’evento, ideato da Aces Italia, delegazione italiana di ACES Europe, Federazione delle Capitali e delle Città Europee dello Sport, parteciperanno amministratori locali provenienti da ogni parte d’Italia. Spazio anche alla rassegna Overtime Film Festival per premiare i migliori film e cortometraggi sportivi e all’interessante incontro, in programma domattina, riservato alla  Comunicazione a cinque cerchi. Psicologia Sociale, storie e racconti da Tokyo 2020. Ospiti dell’incontro Fabio Luna (pres. Coni Marche) e i giornalisti Flavio Vanetti (Corriere della Sera), Stefano Vegliani, Franco Bragagna (Rai Sport), Gerardo De Vivo (Agenzia Area). Moderano la prof.ssa Ramona Bongelli (Unimc) e Marta Elena Casanova. Evento in collaborazione con Coni Marche. A seguire premiazione della rassegna Overtime Web Festival, premio Overtime Festival ai migliori giornalisti sportivi e i loro articoli e servizi di giornalismo. Nella passata edizione di Overtime furono premiati, tra gli altri, Dario Ricci (Sole 24 Ore – Radio 24 per programma Olympia), il giornalista Daniele Bartocci (miglior articolo giornalistico sportivo online) e Giammarco Menga (per il libro Sportivamente d’Annunzio). Overtime è un’idea di Pindaro Sports &Events, in collaborazione con Regione Marche, Comune di Macerata, Comune di Pollenza, UNIMC, CIP, CONI Marche, Società Filarmonica Drammatica, con il patrocinio di Polizia di Stato, Provincia di Macerata, Rai Sport, Rai Sociale, Rai Marche, Accademia di Belle Arti di Macerata.