Tanti auguri allo Stadio San Paolo

31

L’impianto di Fuorigrotta compie 60 anni, detiene ancora il record di spettatori

6 dicembre 1959-6 dicembre 2019, tanti auguri allo Stadio San Paolo di Napoli. Sì, l’impianto di Fuorigrotta, che vede ospitare le partite dell’unica squadra professionistica della città, raggiunge un grande traguardo.

Il Napoli ha vissuto trionfi, fallimenti e momenti senza grosse esaltazioni, nello stadio più grande del meridione, e per anni, il più capiente di Italia.

Il Napoli, prima che lo Stadio Del Sole (così il suo nome iniziale) venisse costruito, giocava al Collana, quartiere Vomero impianto che faceva circa 25.000 spettatori. Poi, visto che il Napoli cominciava ad avere un numero elevato di appassionati, si decise in una costruzione di un impianto con maggior capienza.

Ed ecco che tra il 1952 ed il 1959, sorse lo stadio San Paolo, che all’inizio, poteva contenere circa 90.000 spettatori.

E la partita inaugurale, guarda un po’ fu contro la Juventus, in cui il Napoli si affermò con una vittoria per 2-1.

Il San Paolo detiene il record di spettatori per una gara di serie A, datata 20 ottobre 1979, contro il Perugia, in cui si stimano, ci fossero 89.992 spettatori, probabilmente record che difficilmente si batterà.

Anche in gare europee e per la Nazionale Italiana il San Paolo è stato famoso. Ricordiamo, negli Europei in Italia del 1968, quando l’Italia batté la Russia, grazie al lancio della monetina, che portò gli azzurri in finale, oppure, nella famosa semifinale di Italia ’90, in cui gli avversari erano gli argentini di Diego Maradona, che la spuntarono sull’Italia ai rigori.

In questi anni, lo stadio ha subito dei danni, dovuto al maltempo, e alla mancanza di manutenzione.

Ma nel 2019, grazie alle Universiadi, c’è stato un ottimo restauro, che ha cambiato sediolini, montaggio di 2 tabelloni, come chiedeva l’Uefa.

Auguri, San Paolo!