Roma, l’annuncio del giocatore: “A giugno vedremo cosa succederà”

Pastore potrebbe salutare la Capitale al termine della stagione. La situazione

38
Calciomercato Roma Romain Favre

Javier Pastore è arrivato alla Roma a luglio 2018 ma a causa di molti infortuni non è riuscito ad esprimersi e a mettere disposizione il suo talento

Javier Pastore è sbarcato nella Capitale nel 2018. In due stagioni e mezzo ha giocato davvero pochissimo visto che ha totalizzato appena 32 presenze e messo a referto 4 gol e 3 assist. Poco rispetto a quello che si aspettava la dirigenza giallorossa e adesso la sua permanenza appare essere in bilico. Il classe 1989 è stato vittima di molti infortuni che hanno rallentato la sua crescita e la possibilità di giocare con costanza. In questa stagione non è ancora sceso in campo ma Pastore sembra aver recuperato dopo l’operazione a cui si è sottoposto per i problemi alle spalle e all’anca che lo attanagliavano da tempo. L’ex Palermo si candida a vivere un finale da protagonista e potrebbe essere una risorsa in più per Paulo Fonseca.

>>>CALCIOMERCATO INTER, PERICOLO MOURINHO

Calciomercato Roma, Pastore torna in Argentina?

La Roma potrebbe decidere di cederlo al termine della stagione pur considerando che l’argentino ha ancora due anni di contratto. I continui infortuni non permettono ai giallorossi di avere un’arma in più da utilizzare. Nelle ultime ore è stato accostato al Talleres, squadra che poi lo ha lanciato nel calcio che conta. A tal proposito il trequartista ha parlato cosi ai microfoni di MundoD: “Ci siamo già parlati molto quest’anno, hanno provato di tutto per provarmi a prendere già a gennaio, ma per ora non si può fare nulla. La mia situazione alla Roma non è semplicissima. A giugno si riaprirà tutto e vedremo cosa succederà con il club, visto che sono ancora legato da due anni di contratto”.

Ha aggiunto: “Il desiderio di tornare in Argentina c’è sempre, ma voglio arrivarci bene, giocare e sentirmi importante. Adesso non è il momento giusto, visto che nell’ultimo anno non ho giocato e non ho ritmo. Fortunatamente adesso mi sento bene, ma voglio sentimi attivo e in condizione per tornare dove voglio giocare”.

>>>MILAN, ASSALTO AD UN GIOCATORE DEL REAL MADRID