Inter: il pari di Firenze riapre la corsa Champions League

54

Il calcio di rigore fischiato dall’arbitro Abisso al tramonto di Fiorentina-Inter rischia seriamente di riaprire la corsa al terzo posto. Infatti con i due punti persi contro la viola, i nerazzurri vedono avvicinarsi prepotentemente le dirette concorrenti.

Milan e Roma

I rossoneri sono ad appena due punti, mentre i giallorossi a tre. Considerando che si devono ancora giocare i confronti diretti (Milan-Inter 17 marzo, Inter-Roma 20 aprile), tutto può ancora succedere. La qualificazione per la prossima Champions League che sembrava sicura fino a qualche settimana fa torna ad essere seriamente in discussione. Rispetto alle due inseguitrici, la Beneamata ha in programma qualche big match in più da qui alla fine. Nel girone d’andata però Perisic e compagni hanno fatto piuttosto bene sotto questo punto di vista battendo Napoli, Lazio e Milan e pareggiando contro la Roma.

Occhio anche alla Lazio

Da non escludere totalmente dalla corsa la Lazio, che in questo turno di campionato non ha giocato a causa della concomitanza con il sei nazioni di rugby allo stadio Olimpico. I biancocelesti nel caso vincessero il match rinviato contro l’Udinese sarebbero a sei punti dall’Inter. Anche in questo caso ci sarebbe uno scontro diretto da giocare (31 marzo allo stadio Giuseppe Meazza). Inoltre gli uomini di Inzaghi hanno un calendario in discesa e questo soprattutto nella fase finale del campionato potrebbe giocare un ruolo di non poco conto.

Caso Icardi

Ad accentuare il tutto c’è anche la questione Icardi. L’ormai ex capitano attualmente non è disponibile, ma per tornare a pieno regime deve necessariamente risolvere i suoi problemi con il resto dello spogliatoio interista. I suoi goal servono come il pane per blindare il terzo posto e l’accesso alla prossima Champions League.