Juventus, Allegri: “Rimanere fuori dalle coppe è stato un danno. Domani sarà dura”

Allegri ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della partita con il Monza

30
Juventus Frosinone, risultato, tabellino e highlights
LA SMORFIA DI MASSIMILIANO ALLEGRI CHE RIDE SOTTO I BAFFI ( FOTO DI SALVATORE FORNELLI )

Massimiliano Allegri ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della partita della Juventus con il Monza di Palladino. Secondo Tuttojuve.com, il tecnico avrebbe parlato della difficoltà della gara, dicendo: “Oltre che ancora non ha perso in casa, il Monza è l’unica squadra che l’anno scorso ci ha portato via sei punti e non abbiamo fatto nemmeno un gol. È una partita difficile e importante, importante come saranno quelle che verranno a seguire. Ma soprattutto domani dobbiamo dare seguito al pareggio in casa con l’Inter… Domani affrontiamo una squadra molto buona, ben guidata e con buoni giocatori. Ha messo in difficoltà tante squadre. I numeri lo dicono. È una squadra che fa la differenza nella fase difensiva. Nelle ultime 10 partite in tre partite ha subito solo 3 gol e nelle altre 7 ha subito solo un gol a partita. Questo dice che è una squadra che difende tutta insieme”.

Allegri | Le parole del tecnico su Danilo e Locatelli

La Juve, come anche il Milan, in questo campionato ha dovuto fare i conti con svariati infortuni. Per quanto riguarda gli infortuni di Danilo e di Alex Sandro, Allegri ha dichiarato che saranno a disposizione, ma ovviamente non al 100%. Il tecnico toscano ha poi parlato di Manuel Locatelli: “Li è un problema di dolore. L’altro giorno è entrato ci ha dato una mano vedremo oggi… Devo vedere se Locatelli ce la fa, fare le valutazioni su Nicolussi caviglia che ha fatto una partita importante, ha fatto una buona partita. Ma era tanto che non giocava, quindi dovrò valutare. Altrimenti troverò una soluzione e in qualche modo facciamo”.

Allegri, infine, parlando dell’assenza dalle coppe ha dichiarato: “Per la Juventus rimanere fuori dalla Champions League, non per demeriti sportivi, è stato un danno. Perchè comunque giocare la Champions ha un fascino importante ed economico per la società. Noi abbiamo il dovere di costruire l’annata su un obbiettivo minimo che è quello di giocare la Champions League il prossimo anno”.