Reja: “Se andiamo in Europa facciamo il miracolo”

104

È un Edy Reja preoccupato quello che si è seduto ai microfoni della conferenza stampa pre-Parma. Ha parlato subito del clima interno allo spogliatoio il tecnico ex Napoli: “Non è vero che la Lazio non ha coesione, anzi. Abbiamo un gruppo storico di giocatori che è molto legato a questa maglia. Poi è normale che in una lunga stagione sia logorante per tutti vivere da ospiti in casa propria, se il clima fuori dal campo è ostile anche noi ne risentiamo.” Reja ha poi parlato del Parma e del difficile cammino verso l’Europa: “Donadoni ha creato una squadra fortissima, 17 risultati utili non si fanno a caso. Loro sono i miei favoriti per il 6 posto finale. Noi stiamo lottando e lotteremo, abbiamo forse 3-4 punti in meno, ma se raggiungessimo l’Europa League sarebbe un miracolo.” Dichiarazioni importanti del tecnico goriziano che calca la mano parlando anche degli infortuni: “Da quando son tornato difficilmente ho avuto ampia scelta. Oggi ho i centrocampisti contati (Ledesma e Biglia out). Per fortuna recuperiamo Mauri che spero giochi come a Genova e chiederò a Cana di sacrificarsi al centro del campo. Purtroppo è un anno che va così, Klose rientra ma anche lui non è al meglio.”

Edy chiude parlando di Marchetti, Keita e dell’incerto futuro biancoceleste: “Marchetti è da valutare, non è ancora in forma, non credo lo rischieremo. Keita ha giocato tantissimo ultimamente e bisogna gestirlo al meglio, probabile domani lo lascerò a riposo. Il futuro è incerto ma io sono convinto che il presidente Lotito farà di tutto per creare una squadra competitiva, così come ha sempre fatto.”