Serie A, disservizio DAZN: cosa riceveranno i clienti nei prossimi giorni

A seguito dei problemi del 23 settembre, DAZN promette un rimborso

55
Giorgia Rossi
Giorgia Rossi di Dazn ph: Fornelli/Keypress

DAZN non funziona, utenti furiosi, la piattaforma promette il rimborso di una mensilità

DAZN ha comunicato ai suoi clienti, attraverso una nota, che rimborserà i clienti che hanno avuto problemi nel vedere le partite del 23 settembre, ovvero Sampdoria-Napoli e Torino-Lazio. Il problema è avvenuto intorno alle 18.30, rendendo inaccessibile l’applicazione per circa mezz’ora, solo dopo il ripristino del servizio, gli utenti hanno potuto vedere le gare in questione. Per farsi perdonare, DAZN manderà una mail ai suoi utenti confermando un mese di servizio gratuito, per cui non verrà addebitato alcun costo. Nel frattempo la piattaforma di origine canadese, dovrà fare i conti con la Lega Serie A, che non può accettare un tale disservizio e perdita di audience, se il problema dovesse persistere il piano B sarà la redistribuzione dei diritti, obbligando DAZN a rinunciare all’esclusiva e dividerli in sub-proprietà con altre società, in pole position Sky, la cui copertura e distribuzione satellitare è già rodata, basti guardare l’offerta Sky Business, che permette ai bar, hotel e ristoranti di vedere tutte le partite di Serie A su Sky Bar. Un caso estremo questo, a cui DAZN non vuole certo arrivare, dovrà però convincere coi fatti la Lega, dimostrando che lo streaming può garantire una copertura seria e funzionante, non come successo il 23 settembre.